Torna «Salògolosa» Una serata speciale a Palazzo Morgante. Grandi sapori nei Giardini gastronomici

Domani sera gustoso appuntamento

15/09/2005 in Enogastronomia
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Domani il comi­ta­to di «Salò­golosa» alle­stirà «I gia­r­di­ni gas­tro­nomi­ci» all’in­ter­no di Palaz­zo Mor­gante: un appun­ta­men­to con piat­ti e vini di alta classe e musi­ca, il tut­to in una raf­fi­na­ta cor­nice. Gli chef delle cucine dei migliori ris­toran­ti del­la zona servi­ran­no un tri­on­fo di risot­ti, spie­di, tartu­fi, grigli­ate, arrosti, mis­to di frit­ti, polente taragne. «Il Pas­tis­er» di Salò e Andreoni di San Zeno pro­por­ran­no semi­fred­di (al cioc­co­la­to bian­co e agru­mi, al cioc­co­la­to creme brulè), desirè, prof­iterol, torte, pra­line alla can­nel­la e al berg­amot­to, fiamme, crem­i­ni. I salumai (Palazzi di Capri­o­lo e Mar­zoc­chi di Calvisano) faran­no degustare i loro insac­cati. Bio­bio di Vobarno e «Il casaro sapori di Puglia» pre­sen­ter­an­no le loro spe­cial­ità con lat­te di pec­o­ra, capra e vac­ci­no. Ci sarà inoltre una dimostrazione sull’arte di preparare le moz­zarelle. E i vini? Dal­la Cal­i­for­nia arriver­an­no Zin­fan­del, Mer­lot, Mal­bec, Caber­net, Sauvi­gnon e Chardon­nay, inviati da ami­ci di Salò­golosa. «Fra questi — aggiunge Ange­lo Dal Bon, orga­niz­za­tore capo — vale la pena citare Opus One, Far Niente, Sil­ver Oak, Ridge, Cal­is­to­ga Cel­lars, Robert Mon­davi, Frog’s Leap, Beringer, Clos Du Val, Tur­ley, Chap­pel­let». Inoltre non mancher­an­no degus­tazioni di grappe e dis­til­lati del­la Marzadro, da dessert e l’im­man­ca­bile aper­i­ti­vo di ben­venu­to a base di prodot­ti del­la Cedral Tas­soni. All’azien­da agri­co­la Com­in­ci­oli di Pueg­na­go sarà affida­to il com­pi­to di tenere alto l’onore del­la riv­iera del Gar­da con i suoi vini e l’ex­travergine di oli­va. La ser­a­ta musi­cale inizierà con l’e­si­bizione del grup­po «Not for sale» di Berg­amo, che eseguirà brani del­la West Coast anni ’70-’80, colon­na sono­ra impareg­gia­bile per la degus­tazione dei vini. Ma il top sarà rag­giun­to con l’e­si­bizione, alle 22, di Kay Fos­ter Jack­son e del suo grup­po. Kay è una can­tante che proviene da Atlanta. Voce solista dei «Burn­ing Bush», in Geor­gia, si è trasferi­ta in Italia. Fa parte dei «The free voice» di Cre­mona, con i quali ha avvi­a­to un pro­gram­ma artis­ti­co imper­ni­a­to nel­l’ese­cuzione di gospel e spir­i­tu­al oppor­tu­na­mente arran­giati. Numerose le parte­ci­pazioni a Fes­ti­val europei. Il bigli­et­to di ingres­so (40 euro, 70 euro per due taglian­di) con­sente di accedere a tutte le degus­tazioni all’in­ter­no di Palaz­zo Mor­gante. Dà inoltre dirit­to di rice­vere una bor­sa con­te­nente una bot­tiglia di acqua del­la , il bic­chiere, la forchet­ta, il cuc­chi­aio e il piat­to con il logo, da uti­liz­zare nel cor­so del­la ser­a­ta (che inizierà alle 19 per ter­minare a mez­zan­otte in qual­si­asi con­dizione atmos­fer­i­ca) e che si potran­no con­ser­vare. L’ac­ces­so avviene dal lun­go­la­go, dove sono orga­niz­za­ti il rice­vi­men­to e la dis­tribuzione dei bigli­et­ti. Le preno­tazioni si pos­sono effet­tuare tramite il sito www.salogolosa.it, oppure tele­fo­nan­do al 338/3482045; pre­ven­dite nel­la torre del­l’orolo­gio, in Fos­sa, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, e al chiosco del­la Sire­na, alle Rive. «La man­i­fes­tazione intende risco­prire pro­fu­mi e sen­sazioni che si mescolano alla stra­or­di­nar­ia forza del­la ter­ra — sot­to­lin­ea Dal Bon — in questo nos­tro mon­do addol­ci­to da un cli­ma armo­nioso è nato il par­ti­co­lare cul­to di ciò che ha gus­to e sapore, e dà som­mo piacere. «Salò­golosa» unisce melodie e cibo. È la ricer­ca e la mes­sa in sce­na dei val­ori del­l’as­colto. Magia che regala nuove percezioni, per com­pren­dere appieno la sto­ria del lago, attra­ver­so una cul­tura enogas­tro­nom­i­ca con­sid­er­a­ta per la pri­ma vol­ta nel­la sua dimen­sione totale: ascolto del gus­to, visi­vo, udi­ti­vo e olfat­ti­vo. I frut­ti del­la ter­ra (vino, olio, pesce, sel­vaggi­na) si sposano con la musi­ca. Sare­mo pro­tag­o­nisti di una per­for­mance di val­ori. L’o­bi­et­ti­vo è di conoscere e risco­prire, risveg­liare ed esi­bire. Una ricer­ca sul pas­sato, da riv­i­vere e rielab­o­rare come risor­sa per il futuro». Sarà pos­si­bile inoltre ammi­rare le scul­ture di Carme­lo Cap­pel­lo, nel­l’am­bito del­la rasseg­na «Mec­ca­niche del­la mer­av­iglia III», che coin­volge pure il Vit­to­ri­ale, la Fon­dazione Andrè Heller (gia­rdi­no Hrus­ka) di Gar­done Riv­iera e Vil­la Zanardel­li a Fasano.