Ieri alla Messa delle 11, l'ingresso del nuovo parroco del paese morenico.

Don Daniele Dal Bosco alla guida di Pozzolengo

07/10/2013 in Attualità
Di Francesca Gardenato

Sulle colline moreniche alle spalle del Gar­da, la comu­nità di Poz­zolen­go ha accolto ieri (domeni­ca 6 otto­bre) il nuo­vo par­ro­co. Dopo il salu­to a don Gio­van­ni Ghi­rar­di, che da fine set­tem­bre è alla gui­da del­la Par­roc­chia del Duo­mo in Desen­zano, don Daniele Dal Bosco ha fat­to il suo ingres­so nel­la par­roc­chiale di Poz­zolen­go ieri mat­ti­na. Pri­ma il salu­to al vicesin­da­co Ric­car­do Saet­ti e dell’assessore Fabio Banali, davan­ti al munici­pio, poi la cel­e­brazione del­la Mes­sa alle 11, accolto dai numerosi cit­ta­di­ni pre­sen­ti e dai can­ti del coro.

«Prevale in me lo stu­pore e la grat­i­tu­dine – ci dice don Daniele Dal Bosco – sia per la gente che ho accom­pa­g­na­to in questi anni e per i sac­er­doti che mi han­no sostenu­to, sia per quan­to il Sig­nore ha fat­to. Arriva­to a Desen­zano non conosce­vo nem­meno il luo­go dove Lui, tramite il Vesco­vo, mi ave­va des­ti­na­to. Sape­vo solo una cosa: ero den­tro un dis­eg­no di Dio che con il tem­po si sarebbe sve­la­to».

Orig­i­nario di Verona ha col­lab­o­ra­to per cinque anni come cura­to affi­an­co a don Gian­ni Paset­to, in Duo­mo a Desen­zano. Ora, con­tin­ua don Daniele, «con­tem­p­lan­do il dis­eg­no di Dio, vedo che pri­ma di tut­to Cristo mi ha fat­to vivere tante espe­rien­ze e sco­prire oppor­tu­nità pas­torali che mai avrei immag­i­na­to o potu­to real­iz­zare per una mia capac­ità… Il Sig­nore mi ha fat­to capire che dob­bi­amo las­cia­r­ci portare da Lui ed essere tes­ti­moni e col­lab­o­ra­tori di quan­to Lui opera in noi e attra­ver­so di noi. Ringrazio di cuore tutte le per­sone che in questi anni mi han­no fat­to dono del­la loro ami­cizia e preghiera e con fidu­cia mi apro a ques­ta nuo­va mis­sione a Poz­zolen­go».