Dopo dieci anni la seconda si chiamerà Pietro Nenni

Doppia via Primo maggio

Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Il prob­le­ma del­la doppia via I Mag­gio è in via di soluzione: la Com­mis­sione topono­mas­ti­ca ha infat­ti asseg­na­to cinque nomi nuovi a strade del popoloso quartiere nel­la zona nord di Cas­tiglione. In questi giorni stan­no arrivan­do in ogni casa i mod­uli da rispedire in munici­pio, attra­ver­so i quali gli abi­tan­ti otter­ran­no il nuo­vo numero civico.Oltre a vari artisti locali che daran­no il nome ad alcune tra­verse (Mari­ni, Beschi, Mut­ti, Guidet­ti), sarà Pietro Nen­ni a denom­inare quel­la che fino a poco tem­po fa era chia­ma­ta la sec­on­da via I Mag­gio. «Dopo una deci­na d’an­ni — com­men­ta il con­sole, Sil­vio Zuc­cati -, siamo rius­ci­ti ad ottenere questo risul­ta­to». In un doc­u­men­to redat­to dal comi­ta­to di quartiere, emerge la sod­dis­fazione per alcu­ni impor­tan­ti inter­ven­ti nel­la zona, attuati dal­l’am­min­is­trazione comu­nale: la pista , i campi sportivi e gli spazi per i bam­bi­ni, l’il­lu­mi­nazione, il rac­cor­do con via Isabel­la d’Este, la recinzione del canale Arnò, il prog­et­to di di umi­do e sec­co in col­lab­o­razione con l’Int.Dep.Cast.. Però ci sono anco­ra alcune ques­tioni da risol­vere, riguardan­ti in pri­mo luo­go la e le fog­na­ture. «Si ritiene nec­es­sario un inter­ven­to su via Lona­to — si legge nel comu­ni­ca­to -, divenu­ta arte­ria prin­ci­pale dopo l’aper­tu­ra del­la tan­gen­ziale con svin­co­lo ad Esen­ta e con i sen­si uni­ci ver­so il cen­tro stori­co. Viene per­tan­to pro­pos­ta la real­iz­zazione di una rota­to­ria all’al­tez­za di via Cicalaio, si per ridurre la veloc­ità dei veicoli, sia per favorire le immis­sioni dalle tra­verse su via Lona­to». Sec­on­do gli abi­tan­ti del I Mag­gio, inoltre, sarebbe da rias­faltare la via prin­ci­pale del quartiere e servirebbe un divi­eto di sos­ta su di un lato delle vie per favorire il deflus­so del traf­fi­co, sen­za dimen­ti­care di pre­dis­porre un rac­cor­do tra la cicla­bile, che ter­mi­na con­tro la piaz­zo­la eco­log­i­ca del piaz­za­le delle piscine, e la via­bil­ità del cen­tro stori­co. Per quan­to riguar­da le fog­na­ture, il doc­u­men­to fir­ma­to dal con­sole Zuc­cati recita: «Bisogna effet­tuare un inter­ven­to urgente sul­la rete fog­nar­ia di via I Mag­gio, per­ché il sovrap­pas­so delle tuba­ture prove­ni­en­ti dalle strade Nen­ni e Lona­to non ha risolto il prob­le­ma di rig­ur­gi­to, che anco­ra persiste».