Oggi due pullman di castiglionesi saranno nella cittadina marchigiana di Monteprandone, sita a pochi chilometri da San Benedetto del Tronto, per la firma del gemellaggio fra i due comu

Doppio gemellaggio per il Comune

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Oggi due pull­man di cas­tiglione­si saran­no nel­la cit­tad­i­na marchi­giana di Mon­tepran­done, sita a pochi chilometri da San Benedet­to del Tron­to, per la fir­ma del fra i due comu­ni. La cer­i­mo­nia si è già svol­ta a Cas­tiglione lo scor­so 17 giug­no in occa­sione delle cel­e­brazioni aloisiane, e ora la visi­ta viene ricam­bi­a­ta con una del­egazione gui­da­ta dal sin­da­co Sig­urtà e dal­l’asses­sore alla Cul­tura, Giuseppe Bertoli. La fes­ta patronale di Mon­tepran­done è infat­ti vic­i­na: il 28 novem­bre si ricor­da San Gia­co­mo del­la Mar­ca, can­on­iz­za­to pro­prio insieme a San Lui­gi Gon­za­ga nel 1726. Il gemel­lag­gio è quin­di frut­to di un’affinità cul­tur­ale e reli­giosa, oltre all’am­i­cizia che da anni lega i due cen­tri. Con­tem­po­ranea­mente un altro grup­po di cas­tiglione­si si sta diri­gen­do a Berentin, nel nord del­la Fran­cia, dove, nel­la cit­tad­i­na gemel­la­ta, si svolge una set­ti­mana ital­iana, con una man­i­fes­tazione nel teatro da poco restau­ra­to. Saran­no pre­sen­ti, in questo caso, le bal­ler­ine del­la scuo­la di dan­za Cit­tà di Cas­tiglione. Questo per raf­forzare il legame con il paese del­la Nor­man­dia, che, come ha riconosci­u­to più volte il coor­di­na­tore del Grup­po gemel­lag­gi, Rossano Zil­ia, è per cer­ti aspet­ti dif­fi­cile, soprat­tut­to in con­sid­er­azione del­la lon­tanan­za geografi­ca dal­l’Al­to Man­to­vano. Ricor­diamo che la terza local­ità uffi­cial­mente uni­ta a Cas­tiglione è la tedesca Leutkirch.

Parole chiave:

Commenti

commenti