Secondo la relazione del comandante, si è puntato tutto sulla prevenzione. Nei primi otto mesi del 2006 diminuite del 36% rispetto al 2005

Drastico «taglio» alle multe

13/09/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

I Vig­ili urbani di Toscolano Mader­no han­no dato un dras­ti­co taglio alle multe. E’ una piacev­ole novità per gli auto­mo­bilisti che tran­si­tano da quelle par­ti. «Le sanzioni com­p­lessi­va­mente accer­tate dal 1 gen­naio al 31 agos­to 2006, pari a un impor­to di 74 mila euro — si legge nel­la relazione invi­a­ta dal coman­dante del­la , Bruno Bor­dignon, al sin­da­co Pao­lo Ele­na -, sono dimi­nu­ite del 36% rispet­to allo stes­so peri­o­do del 2005».Chiediamo al coman­dante se dispon­ga di agen­ti che abbiano «nascos­to la cla­va», diven­tan­do all’improvviso dol­cis­si­mi, o se i ragazz­i­ni con gli scoot­er dal­la mar­mit­ta fra­cas­sona, gli auto­mo­bilisti aman­ti del sor­pas­so azzarda­to e in perenne sos­ta vieta­ta, i «valenti­norossi» delle sgasate e delle curve ad siano rin­sav­i­ti e rispet­ti­no il codice del­la stra­da come l’amato vec­chio pro­fes­sore. «Abbi­amo investi­to molto nel­la pre­sen­za fisi­ca sul ter­ri­to­rio, allo scopo di pre­venire, e non punire — risponde Bor­dignon -. Basti dire che, da metà giug­no fino al 15 set­tem­bre, garan­ti­amo il servizio ester­no dalle 7.30 all’una e trenta di notte, sette giorni su sette. E il saba­to, giorno di mag­giore cir­co­lazione, dalle 0 alle 24. E’ l’unico modo per garan­tire una mag­giore sicurez­za e far fronte alla micro­crim­i­nal­ità. Così gli auto­mo­bilisti e i piloti in moto stan­no più atten­ti, e tol­go­no il piede dall’acceleratore».Toscolano Mader­no è attra­ver­sa­ta ver­ti­cal­mente dal­la statale 45 bis, la Garde­sana, per­cor­sa, d’estate, da flus­si notevoli. «Abbi­amo dato avvio al prog­et­to sicurez­za — pros­egue il coman­dante -. Le sanzioni sono dimi­nu­ite, rispet­to agli anni pas­sati, gra­zie alla nos­tra mag­giore pre­sen­za. Anche gli inci­den­ti stradali sono dimi­nu­iti del 12,5%. Benchè l’anno solare non sia anco­ra ter­mi­na­to, il dato è molto pos­i­ti­vo e sig­ni­fica­ti­vo. Garan­ti­ta anche la vig­i­lan­za a tutela del­la zona pedonal­iz­za­ta sul lun­go­la­go di Mader­no, e la pre­sen­za a ogni man­i­fes­tazione: sporti­va, fol­cloris­ti­ca, reli­giosa. Sen­za dimen­ti­care le fun­zioni ordi­nar­ie: il mer­ca­to del giovedì, le rasseg­ne di hob­bis­ti­ca e anti­quar­i­a­to, la fiera di Sant’Ercolano, il con­trol­lo com­mer­ciale (pres­sochè scom­par­si gli ambu­lan­ti abu­sivi), edilizio, ambi­en­tale, entra­ta e usci­ta dalle scuole, eccetera».«Il servizio esti­vo — con­tin­ua Bor­dignon — è sta­to orga­niz­za­to su tre turni con­sec­u­tivi di sei ore cias­cuno, col fine set­ti­mana da 24 ore, pro­prio per con­trastare le cosid­dette «stra­gi del saba­to sera», come da diret­tive impar­tite dal­la Ques­tu­ra o dal­la Prefet­tura. Nel peri­o­do di bas­sa sta­gione (sino al 15 giug­no, e dopo la metà di set­tem­bre) i turni sono invece due, dalle 7.30 alle 19.30, e una vol­ta alla set­ti­mana fino all’una di notte. In tale peri­o­do abbi­amo effet­tua­to anche un servizio mira­to alla pre­ven­zione del crim­ine, con­corda­to con la Com­pag­nia di Salò, che ha impeg­na­to una pat­tuglia serale in orari diver­si, in costante con­tat­to con la sala operativa».Dal 1 gen­naio al 31 agos­to sono sta­ti ril­e­vati 56 inci­den­ti, di cui uno mor­tale. Riti­rate 14 paten­ti e 11 carte di cir­co­lazione. Undi­ci le per­sone denun­ci­ate: 8 per gui­da in sta­to di ebbrez­za alcol­i­ca, 3 per­chè sot­to l’effetto di sostanze stu­pe­facen­ti. Sedi­ci i veicoli seques­trati o in sta­to di fer­mo ammin­is­tra­ti­vo. 688 i pun­ti decur­tati dalle paten­ti. 37 le notizie di reato trasmesse all’autorità giudiziaria. 36 i con­trol­li nei cantieri edili (con due denunce) e 18 in negozi o pub­bli­ci eser­cizi. 48 i sopralu­oghi per rilas­cio dei cer­ti­fi­cati di idoneità dei locali, a richi­es­ta di extra­co­mu­ni­tari per ricon­giung­i­men­to famil­iare; 570 le comu­ni­cazioni rice­vute e reg­is­trate di ces­sione di fab­bri­ca­to o di ospi­tal­ità che li riguardano.«Rispetto allo stes­so peri­o­do del 2005 — con­clude Bordignon‑, sono cresciu­ti del 33% gli introiti per l’occupazione tem­po­ranea di suo­lo pub­bli­co (pon­teg­gi, fiere) e il plateati­co del mer­ca­to: il totale è, ora, di 97mila euro. Questo aumen­to, dovu­to sia alla mod­i­fi­ca delle tar­iffe che a un con­trol­lo cap­il­lare, ha com­pen­sato la riduzione delle sanzioni».

Parole chiave: