E' entrata a far parte del progetto «Brescia early defribillation study» l'Associazione di volontariato «Valtenesi Soccorso»

Due defibrillatori contro gli infarti

Di Luca Delpozzo
S. M.

E’ entra­ta a far parte del prog­et­to «Bres­cia ear­ly defribil­la­tion study» l’As­so­ci­azione di volon­tari­a­to «Valte­n­e­si Soc­cor­so» dopo che il Lyons club di Desen­zano le ha dona­to due defib­ril­la­tori semi­au­to­mati­ci per gli inter­ven­ti d’e­mer­gen­za in caso di arresti car­diaci. I soc­cor­ri­tori sono sta­ti adeguata­mente istru­iti e preparati all’u­so del­lo stru­men­to, così che in tut­ta la Valte­n­e­si è ora pos­si­bile pot­er usufruire di un soc­cor­so d’ur­gen­za avan­za­to, capace di ridurre notevol­mente l’in­ci­den­za del­la mor­tal­ità. L’as­so­ci­azione, che nel 2000 ha effet­tua­to oltre 2.600 inter­ven­ti, ha rin­no­va­to anche le cariche statu­tarie, ricon­fer­man­do alla pres­i­den­za Ivan Bazzoli.