Un filmato incalzante, che porta diritto negli abissi nel Baldo

Due filmati svelano le grotte del Baldo

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
B.B.

Un fil­ma­to incalzante, che por­ta dirit­to negli abis­si nel , entran­do nel mon­do sub­ac­queo del­la grot­ta «San Zeno» di Bren­zone, l’unica invasa d’acqua che si apre tra gli anfrat­ti dell’«Hortus Europae» e che, come han­no dimostra­to i volon­tari del Gasv (Grup­po attiv­ità spele­o­log­i­ca veronese), sfo­cia nel , a Castel­let­to, sopra la scop­er­ta nel 2004 durante gli scavi al cimitero del­la chiesa di «S. Zen de l’Oselet». E’ un anfrat­to col­le­ga­to anche alla «Grot­ta Cervi» di S.Zeno di Mon­tagna, che sem­pre il Gasv ha rip­uli­to a mag­gio denun­cian­do anche scarichi fog­nari sospetti.I mean­dri del­la «San Zeno», invece, sono sta­ti esplo­rati tra il 2004 e il 2006, quan­do è sta­ta immor­ta­la­ta nel video pre­sen­ta­to per la pri­ma vol­ta a «Speleobal­do 2008», man­i­fes­tazione orga­niz­za­ta all’Orto botan­i­co e al Rifu­gio Novezzi­na di Fer­rara di M.Baldo dall’Ati Baldonatura.I fil­mati sono due, avvin­cen­ti per la musi­ca e le immag­i­ni con cui seguiamo gli spele­olo­gi. Un video è sta­to fat­to da Fer­ruc­cio Ghezzer. Quel­lo sub­ac­queo è sta­to gira­to da Andrea De Ange­lis con tele­cam­era dig­i­tale con scafan­dro ed illu­mi­na­tori sub­ac­quei, gen­til­mente mes­si a dis­po­sizione dal­la dit­ta “Isotec­nic” di Castel­n­uo­vo che li ha pure real­iz­za­ti .Come spie­ga la geolo­ga Anna Fer­rari, del Gasv, la grot­ta è «una risor­gen­za, uno dei più impor­tan­ti cor­si d’acqua del ver­sante occi­den­tale del Bal­do».

Parole chiave: - -