Una mostra, un convegno e la visita guidata ai frantoi per far conoscere sempre più l'olio del Garda e le sue caratteristiche organolettiche, apprezzate e gradite a livello europeo

Due giornate-studio sull’oliva

26/01/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Una mostra, un con­veg­no e la visi­ta gui­da­ta ai fran­toi per far conoscere sem­pre più l’o­lio del Gar­da e le sue carat­ter­is­tiche organolet­tiche, apprez­zate e gra­dite a liv­el­lo europeo. Saran­no questi i pun­ti for­ti del­la quin­ta edi­zione del­la “Fes­ta del­l’o­li­va”, in pro­gram­ma saba­to e domeni­ca nel cen­tro lacus­tre. “Anche quest’an­no , ha illus­tra­to il sin­da­co di Tor­ri Alber­to Vedovel­li, quest’ap­pun­ta­men­to nato appe­na quat­tro anni fa per inizia­ti­va del­l’al­lo­ra con­sigliere comu­nale Gior­gio Con­soli­ni, tut­t’o­ra comunque coin­volto nel­l’or­ga­niz­zazione, è ric­co di novità inter­es­san­ti. Lo spir­i­to del­la man­i­fes­tazione è sem­pre quel­lo di far conoscere e val­oriz­zare il prodot­to principe dei pae­si del lago di Gar­da, e cioè l’o­lio, a mag­gior ragione ora che ha ottenu­to un grande riconosci­men­to inter­nazionale qual e il mar­chio Dop, (denom­i­nazione di orig­ine pro­tet­ta, ndr), da parte del­la Comu­nità Euro­pea”. Il pro­gram­ma è arti­co­la­to in modo tale da “coni­u­gare l’aspet­to più tec­ni­co, rel­a­ti­vo alle carat­ter­is­tiche del­l’o­lio e degli olivi, con inoltre una mostra e un con­veg­no per gli addet­ti del set­tore, ad uno più tur­is­ti­co e coin­vol­gente, con la degus­tazione, domeni­ca mat­ti­na, delle bruschette con l’o­lio del Gar­da e la visi­ta gui­da­ta ai fran­toi”, come han­no spie­ga­to dal palaz­zo munic­i­pale. Si par­tirà quin­di saba­to mat­ti­na alle 9, nel­la sala con­sil­iare del Castel­lo scaligero, con il con­veg­no che vedrà tra i rela­tori, nomi del cal­i­bro del pro­fes­sor Gior­gio Bar­gioni, già pre­sente nelle edi­zioni prece­den­ti, ed i “tec­ni­ci” Pao­lo Van­zo e Ser­gio Spa­da, seg­re­tario del­l’Alpe, l’as­so­ci­azione dei pic­coli pro­dut­tori di olio. “Gli aspet­ti prin­ci­pali del­l’o­livi­coltura mod­er­na”, la “Conci­mazione gran­u­lare e fogliare del­l’o­li­vo”, ed infine “L’o­lio Dop, parten­za, cer­ti­fi­cazione e svilup­po futuro”, saran­no i temi del con­veg­no. “Ma fuori pro­gram­ma, ha antic­i­pa­to anco­ra il sin­da­co, sicu­ra­mente si par­lerà pure del­la così det­ta “mosca olearia”, l’in­set­to che già da alcu­ni anni sta com­pro­met­ten­do la pro­duzione d’o­lio, specie nei pae­si del­l’al­to Gar­da quali Tor­ri, Bren­zone e Mal­ce­sine, e che in quest’ul­ti­ma sta­gione ha dato parec­chi prob­le­mi agli olivi­coltori”. Infat­ti, già due anni fa, dei rime­di per scon­fig­gere la mosca olearia sen­za “avve­lenare” la pro­duzione, si era par­la­to in una riu­nione a Bren­zone, dove pub­bli­ci ammin­is­tra­tivi e olivi­coltori ave­vano cos­ti­tu­ito una task-force per risol­vere il prob­le­ma. Tra gli ospi­ti poi, è sta­to pure invi­ta­to il dep­u­ta­to veronese del Cen­tro cris­tiano demo­c­ra­ti­co Ettore Peretti, già diret­tore del­l’uf­fi­cio agri­coltura del­la Comu­nità Mon­tana. Peretti, infat­ti, negli anni scor­si, si era impeg­na­to con numerose inter­pel­lanze al min­istro del­l’A­gri­coltura ed inter­ven­ti alla Unione Euro­pea, per tute­lare gli inter­es­si dei pro­dut­tori d’o­lio garde­sani e far riconoscere all’o­lio il pres­ti­gioso mar­chio Dop. Oltre poi alla tradizionale mostra degli attrezzi agri­coli e mac­chine per l’a­gri­coltura, dai noti “scar­i­oni”, ovvero le scale a pioli per rac­cogliere le olive, a trat­tori, scar­poni e quant altro utile agli olivi­coltori, anche un con­cor­so, che ha ottenu­to il patrocinio del­l’asses­so­ra­to provin­ciale alla Cul­tura. In prat­i­ca, tutte le scuole ele­men­tari e medie del­la provin­cia di Verona sono state invi­tate a parte­ci­pare al con­cor­so, il cui tema è l’o­li­vo, per tentare di aggiu­di­car­si i due mil­ioni di lire, mes­si in palio sot­to for­ma di pre­mi per i pri­mi tré clas­si­fi­cati. Infine da ricor­dare anche l’ap­pun­ta­men­to per ven­erdì sera alle 17 nel­la sala con­sil­iare del museo, e cioè poche ore pri­ma del­l’aper­tu­ra del week-end ded­i­ca­to all’o­li­va, con la. pre­sen­tazione uffi­ciale del video sul Bena­co, cura­to dal­la Comu­nità del Gar­da, denom­i­na­to “Sug­ges­tioni sul lago” e des­ti­na­to alla pro­mozione tur­is­ti­ca del­l’area anche sulle piazze estere.