Domani e domenica sarà rievocato il Privilegio del 983 che fece del paese il primo libero Comune d’Italia Sfilata in costume di imperatore e armigeri, danze, sbandieratori e falconieri

Due giorni medievali in nome di Ottone II

07/05/2004 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

Ottone II e il suo diplo­ma del 9 mag­gio 983 ritor­nano in due­giorni di fes­ta con la di cav­a­lieri e fig­u­ran­ti del­la Com­pag­nia sipario medievale di Verona. La man­i­fes­tazione è patro­ci­na­ta dall’assessorato alla cul­tura e al tur­is­mo e dal comi­ta­to con Rosen­heim. Lazise si può con­sid­er­are il pri­mo libero Comune d’Italia, gra­zie al Priv­i­le­gio Otto­ni­ano, antes­ig­nano delle autonomie locali. Domani alle 10 l’imperatore Ottone II e i suoi cav­a­lieri faran­no ingres­so nei Prati di San Daniele (ora par­co giochi), a ridos­so delle mura scaligere, dove sostara­no gli eserci­ti che scen­de­vano dal Nord Europa. L’ingresso avver­rà in con­comi­tan­za con la man­i­fes­tazione pro­gram­ma­ta dalle Cit­tà del miele e del pane. Domeni­ca alle 10,30 si esi­bi­ran­no i cav­a­lieri di Cane­va World in un carosel­lo medievale. Alle 11,30 cor­teo stori­co per le vie del cen­tro con parten­za da Por­ta San Zeno e arri­vo in piaz­za Vit­to­rio Emanuele, fir­ma del Priv­i­le­gio e let­tura del Diplo­ma Otto­ni­ano da parte dell’Araldo davan­ti al sin­da­co Ren­zo Frances­chi­ni. A mez­zo­giorno brin­disi con il delle aziende agri­cole locali. Alle 15,30 cor­teo stori­co degli Orig­i­nari del­la Comu­nità, in cos­tume d’epoca, accom­pa­g­nati dal­la Com­pag­nia sipario medievale, da musicisti e sbandier­a­tori di Arquà Pole­sine e dai Sig­nori di Rival­ta da Castel­n­uo­vo Don Bosco (Asti). Ci saran­no inoltre i musicisti di Arquà Petrar­ca e i fal­conieri di Siena. Ottone II quin­di par­tirà con un cor­teo di barche. Infine alle 19,30 sfi­la­ta finale entro le mura. Per tut­ta la gior­na­ta, in prossim­ità del por­to vec­chio e del­la chieset­ta di San Nicolò, dimostrazione di antiche arti e mestieri a cura del­la Com­pag­nia sipario medievale, men­tre per le vie del cen­tro si esi­bi­ran­no giullari, dan­za­tori, artisti e musicisti di stra­da e falconieri.

Parole chiave: -