Due sorvegliati speciali al Parco Natura Viva di Bussolengo, sono Toby e Benno

26/09/2015 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Quarant’anni uno e trentac­inque l’altro, oggi e domani cat­a­pul­tati al cen­tro del­la sce­na che aprirà il sipario sul­la cam­pagna #savether­hi­no al di Bus­solen­go. I due sorveg­liati spe­ciali sono Toby e Ben­no, gli anziani rinoceron­ti che vivono bonari uno insieme agli insep­a­ra­bili ippopota­mi, l’altro in pace con se stes­so nel­la pia­nu­ra del Safari.

Sep­pure incon­sapevol­mente, aiuter­an­no i bim­bi men­tre fin­ger­an­no di essere dei ranger impeg­nati in un’azione antibrac­conag­gio nel­la savana del Sudafrica. La mis­sione sarà cap­i­tana­ta dai veri ranger dell’AIEA (Ass­so­ci­azione ital­iana Esper­ti d’Africa) che inseg­n­er­an­no ai bim­bi come impedire ai con­tra­b­bandieri di uccidere il rinoceronte per immet­tere sul mer­ca­to nero il suo corno, dove si sti­ma che val­ga cir­ca 100.000,00 euro al chi­lo.

Nel­la realtà più cru­da e meno a lieto fine, il Min­is­tero dell’ambiente sudafricano ha con­ta­to 3 scon­tri di questo tipo alla set­ti­mana, da gen­naio ad agos­to di quest’anno. Ma nonos­tante questo, sono sta­ti già mas­sacrati 749 rinoceron­ti e le sta­tis­tiche pen­dono tutte per un incre­men­to del record delle 1.215 ucci­sioni del 2014.

La doman­da di corno viene dall’Asia, per lo più da Cina e Viet­nam, dove la classe agia­ta con­sid­era di pre­gio i prodot­ti derivati e la med­i­c­i­na tradizionale cinese insos­ti­tu­ibile la cher­ati­na di cui è fat­to. Ha prodot­to un’escalation san­guinar­ia: otto anni fa i mas­sac­ri risul­ta­vano 13.

Pos­si­amo con­ser­vare il loro pat­ri­mo­nio geneti­co nei parchi zoo­logi­ci e pos­si­amo provare a crescere una gen­er­azione sen­si­bile a questi temi. Ma sono rimasti in 28.000 e se il trend non si inverte, scom­par­i­ran­no entro il 2024”, sot­to­lin­ea Cesare Avesani Zabor­ra, diret­tore sci­en­tifi­co del Par­co Natu­ra Viva. “Alcune aziende in Amer­i­ca han­no brevet­ta­to anche corni arti­fi­ciali, spe­ri­amo che questo esper­i­men­to pos­sa allargar­si anche all’Europa”.

LE STORIE DEI DUE RINOCERONTI

IL CORNO DI BENNO

Ben­no è nato il 31 dicem­bre del 1981 a Knoxville Zoo­log­i­cal Gar­dens, negli Sta­ti Uni­ti. Dopo aver cam­bi­a­to diver­si gia­r­di­ni zoo­logi­ci arri­va a Sal­is­bur­go, dove si fer­ma fino al 2012. Nonos­tante fos­se sta­to cre­ato per lui un ambi­ente con­fortev­ole con la pre­sen­za di alcune fem­mine, Ben­no trascorre le gior­nate da solo, stro­fi­nan­do con­tin­u­a­mente il corno con­tro le porte del suo repar­to fino a ridur­lo qua­si del tut­to. Allo­ra fu deciso di trasferir­lo al Par­co Natu­ra Viva, dove pote­va avere uno spazio per stare da solo sen­za la pre­sen­za di altri ani­mali.

Ben­no è al Par­co Natu­ra Viva dal 2012 e vive da solo nel­la piana del Safari. Non mostra più seg­ni di stress e il corno è ritor­na­to a crescere, costan­te­mente con­trol­la­to dai vet­eri­nari.

 

TOBY E I SUOI AMICI IPPOPOTAMI

Toby arri­va al Par­co nel 1974 e non si conosce la sua sto­ria pre­gres­sa. Sem­bra pos­sa essere nato tra il 1966 e il 68. Arri­va con Sug­ar, una fem­mi­na con orig­i­ni altret­tan­to sconosciute e più o meno del­la stes­sa età. I due stan­no insieme fino a novem­bre 2012 quan­do una notte Sug­ar si speg­ne.

Si teme­va per Toby che, com­plice la vec­chi­a­ia, non si ripren­desse dal­la perdi­ta di Sug­ar.

Ma i suoi com­pag­ni di sem­pre, gli ippopota­mi Camil­la, Gon­za­lo e i cuc­ci­oli lo han­no aiu­ta­to a super­are ques­ta perdi­ta. Oggi il Par­co Natu­ra Viva è l’unico par­co zoo­logi­co d’Europa dove si pos­sono osser­vare Rinoceron­ti e ippopota­mi inter­a­gire nel­lo stes­so repar­to.

Parole chiave: -