In dodici mesi già duecentomila passeggeri

E «Ryanair» decolla con lo scalo bresciano

10/08/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Se Mon­tichiari vola, decol­la gra­zie allo sca­lo del­la Bas­sa. Anche in questo caso sono i dati a con­fer­mar­lo. «Da quan­do abbi­amo inizia­to ad oper­are al D’Annunzio — spie­ga Sinead Finn, respon­s­abile ven­dite e mar­ket­ing del­la com­pag­nia irlan­dese -, cioè dal luglio scor­so, abbi­amo già toc­ca­to quo­ta 200 mila passeg­geri: il 60% sono ingle­si, il resto ital­iani. Un risul­ta­to stra­or­di­nario, anda­to pro­gres­si­va­mente aumen­tan­do: rispet­to agli 85 mila del peri­o­do luglio-dicem­bre 2000, in ques­ta pri­ma parte dell’anno siamo già oltre quo­ta 110 mila passeg­geri. L’obiettivo è di chi­ud­ere il 2001 oltre quo­ta 200 mila, ben oltre il doppio di quan­to abbi­amo fat­to l’anno scor­so». Ryanair con­fer­ma l’interesse per altri scali nazion­ali — «sti­amo trat­tan­do con 12 aero­por­ti, tra i quali anche il vici­no Orio al Serio», pre­cisa Sinead Finn -, annun­cia di essere pronta ad acquistare 50 nuovi Boe­ing usati, ma soprat­tut­to rib­adisce l’interesse per il «D’Annunzio». «È uno sca­lo strate­gi­co e siamo pron­ti a poten­ziare la nos­tra pre­sen­za — antic­i­pa Sinead Finn -. Anche per questo l’orario inver­nale preved­erà anco­ra due voli gior­nalieri e non uno solo come l’anno scor­so». Ryanair fedele a Bres­cia, i bres­ciani fedeli alla com­pag­nia che pro­pone voli a prezzi van­tag­giosi: il 74% dei posti disponi­bili per agos­to e il 40% di quel­li per set­tem­bre sono già sta­ti prenotati.

Parole chiave: