Al palio delle contrade per la prima volta ai remi anche due donne. Migliaia di spettatori.

E’ tornata a sbocciare la Rosa

17/08/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La Rosa è rifiori­ta: è sua l’edizione 2001 del palio delle con­trade di fer­ragos­to. Ha bru­ci­a­to d’un sof­fio il Bor­go, che ten­ta­va uno stori­co pok­er, ma con­tro la sorte non c’è nul­la da fare: nes­suno è mai rius­ci­to a vin­cere la rega­ta dell’Assunta per quat­tro anni con­sec­u­tivi. Che le cose non si mettessero bene per la bar­ca cam­pi­one s’è capi­to all’estrazione delle cor­sie: è cap­i­ta­ta da levà, la lin­ea d’acqua ester­na, la più espos­ta ai corivi, al moto ondoso. L’ultimo sor­riso del­la Rosa risali­va al ’92, quan­do ave­va bis­sato il suc­ces­so dell’anno pri­ma. Cor­re­va allo­ra lo stes­so quar­tet­to di voga­tori di adesso: Fabio, Mar­co e Vale­rio Mon­ese più Mau­ro Faraoni. Poi Fabio ave­va dato for­fait: prob­le­mi di salute. Ma ques­ta vol­ta, a cos­to di gio­car­si le coro­nar­ie, ha volu­to tornare a gareg­gia­re. «Per vin­cere» ave­va dichiara­to. E ha man­tenu­to la promessa.

Parole chiave: