Quantum of Solace sarà proiettato domani al teatro Cristal

È tutto prontoper James Bond

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
G.M.

Tut­to pron­to per James Bond in antepri­ma nazionale sul lago di Gar­da. «Quan­tum of Solace», la ven­tidues­i­ma saga dell’agente seg­re­to più famoso del mon­do, è sta­ta pre­sen­ta­ta in antepri­ma mon­di­ale, alla fine di otto­bre, a Lon­dra. Per la Comu­nità Euro­pea il pal­cosceni­co priv­i­le­gia­to sarà quel­lo del teatro Cristal di Salò, domani alle 20.30. A Lon­dra la pel­li­co­la è sta­ta proi­et­ta­ta al cin­e­ma Oden di Leices­ter Square alla pre­sen­za addirit­tura dei prin­cipi William e Har­ry: per ques­ta pre­miere mon­di­ale, i prin­cipi han­no volu­to che in platea sedessero anche 200 reduci con le loro famiglie. Gli incas­si del­la ser­a­ta sono sta­ti des­ti­nati alla Roy­al British Legion e a Help the Heroes.La loca­tion dell’anteprima garde­sana invece, per soli 500 invi­tati, è un trib­u­to al Gar­da dopo che, nell’aprile scor­so, alcune scene spet­ta­co­lari sono state girate in ter­ra veronese, trenti­na e bres­ciana. Le pre­messe con cui la pel­li­co­la si pre­sen­ta sono davvero moz­zafi­a­to: «Quan­tum of Solace» ha incas­sato, solo nel suo pri­mo giorno di proiezione a Lon­dra, la cifra record di 6 mil­ioni di euro. Il film è costa­to 225 mil­ioni di dol­lari ed è sta­to gira­to, oltre che sul Gar­da, anche a Siena, Mas­sa Car­rara, Tala­m­one, Pana­ma e Austria.Daniel Craig, che imper­sona lo 007 al servizio di«Sua maestà» ha affer­ma­to che «la pri­ma londi­nese era essen­ziale vis­to che nes­suno può essere più bri­tan­ni­co del suo per­son­ag­gio». Dopo Lon­dra però, subito Salò e l’Italia dato che la pel­li­co­la arriverà nei cin­e­ma ven­erdì. In Amer­i­ca, il debut­to sarà il 14 novem­bre. L’obiettivo è quel­lo di super­are gli incas­si dell’episodio Casi­no Royale: 300 mil­ioni di euro.La sto­ria di Bond dura ormai da 46 anni e, per il Gar­da, è sta­ta una vet­ri­na «uni­ca e irripetibile, con un ritorno di immag­ine pari a 2 mil­ioni di euro di inves­ti­men­ti», come ave­va com­men­ta­to alcu­ni giorni fa il sin­da­co di Limone.Sul Gar­da la gente ricor­da soprat­tut­to gli inci­den­ti che, da sim­u­lati si sono trasfor­mati più volte in realtà durante le riprese. Una serie di dis­gra­zie, per for­tu­na non mor­tali, che ave­va cre­ato prob­le­mi e grande imbaraz­zo alla pro­duzione che, sul lago più grande d’Italia, ave­va sospe­so i ciak per alcune set­ti­mane, pri­ma di pot­er com­pletare la pel­li­co­la. Domani sera final­mente si vedran­no i risul­tati del sac­ri­fi­cio di com­parse lacus­tri, oltre che di panora­mi e interni delle gal­lerie di entrambe le sponde tra Mal­ce­sine e Tor­bole e Limone e Tremo­sine. Lì sot­to si ver­i­fi­ca una parte dei più spet­ta­co­lari insegui­men­ti e bot­ti con le auto. Molti gli ammin­is­tra­tori scaligeri, spe­cial­mente lacus­tri, che saran­no a Salò: giunte munic­i­pali qua­si al com­ple­to per Mal­ce­sine e Bren­zone e invi­to riv­olto anche al sin­da­co di Verona che però non può essere pre­sente.

Parole chiave: