Avis e Aido di scena nel Natale tra gli olivi. Le sezioni gardesane dell’associazione dei donatori di sangue e dei donatori di organi organizzano alcuni interessanti appuntamenti durante la kermesse natalizia.

È vietato agli adulti il mercatino delle tessere telefoniche di Garda

09/12/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.p.

e Aido di sce­na nel tra gli olivi. Le sezioni garde­sane dell’associazione dei dona­tori di sangue e dei dona­tori di organi orga­niz­zano alcu­ni inter­es­san­ti appun­ta­men­ti durante la ker­messe natal­izia. L’Avis pro­pone oggi e domani una mostra mer­ca­to di tessere tele­foniche per i ragazz­i­ni delle scuole dell’obbligo. L’Aido offre invece il 21 dicem­bre un incon­tro con la Con­fra­ter­ni­ta trenti­na del­la tor­ta di patate di Spormi­nore, in Val di Non, e, nel­la stes­sa data, un con­cer­to dei Petols, che inter­pre­tano i Bea­t­les in veronese. «La mostra mer­ca­to delle tessere tele­foniche » dice Graziano Loren­zi­ni, espo­nente dell’Avis di Gar­da , «è ris­er­va­ta esclu­si­va­mente agli alun­ni delle scuole dell’obbligo, che avran­no la pos­si­bil­ità di scam­biar­si le schede delle loro collezioni, un po’ come si fa con le fig­urine dei cal­ci­a­tori. L’idea è di uno dei nos­tri dona­tori, Ric­car­do Pasot­ti, collezion­ista». La mostra sarà aper­ta oggi e domani dalle 15 alle 18 (domani poi anche dalle 10,30 alle 12,30) al palaz­zo dei con­gres­si. Sarà pos­si­bile vedere anche alcune inter­es­san­ti collezioni di tessere tele­foniche pro­poste dall’Avis provin­ciale. Saran­no pre­miati i gio­vani collezion­isti che si pre­sen­ter­an­no con la sche­da prove­niente da più lon­tano, con quel­la a minor tiratu­ra e quel­la più vec­chia. Altri pre­mi andran­no alle più ric­che collezioni di tessere ital­iane e straniere. Le pre­mi­azioni si svol­ger­an­no domani alle 17,30, in col­lab­o­razione con l’Amministrazione comu­nale. La parte­ci­pazione dell’Avis di Gar­da al Natale tra gli olivi non si limi­ta alla mostra mer­ca­to delle schede tele­foniche. Il 19 dicem­bre pro­por­rà anche un momen­to gas­tro­nom­i­co sot­to il ten­done ris­torante allesti­to sul lun­go­la­go, in col­lab­o­razione con l’associazione Man­gia e Bevi (il nome è tut­to un pro­gram­ma). «Abbi­amo este­so l’invito», dice Loren­zi­ni, «a tut­ti i dona­tori di sangue del­la nos­tra provin­cia, a pre­scindere dall’associazione cui fan­no rifer­i­men­to. Sarà insom­ma una fes­ta dei dona­tori, non di una sin­go­la asso­ci­azione». Anche l’Aido sta orga­niz­zan­do, come si dice­va, appun­ta­men­ti d’un cer­to inter­esse. Giovedì 21 dicem­bre pre­sen­terà un ghiot­to incon­tro gas­tro­nom­i­co all’insegna del­la tradizione trenti­na: speck, for­mag­gio grana e tor­ta di patate. Sarà pos­si­bile gustare le spe­cial­ità tren­tine dalle 18 alle 20,30. Poi ci si sposterà al pala­con­gres­si per il con­cer­to in stile beatlesiano.

Parole chiave: