Dal 18 al 20 settembre maxi rassegna che coinvolge i comuni di Salò, Gardone, Toscolano e S.Felice

Ecco i giardini incantati

Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Tre giorni ded­i­cati al verde, ai fiori e alla botan­i­ca. Dal 18 al 20 set­tem­bre. La rasseg­na, denom­i­na­ta «Les jardins féeriques» (i gia­r­di­ni incan­tati), è orga­niz­za­ta dai comu­ni di Salò, Gar­done Riv­iera, Toscolano Mader­no, S.Felice, Fon­dazione André Heller (ex Hrus­ka), Vit­to­ri­ale e .E pro­prio nell’incanto dell’isola del­la famiglia Cavaz­za si è tenu­ta la pre­sen­tazione alle autorità e alla stam­pa. La pro­motrice Rita Flo­ra Por­ret­ti, aiu­ta­ta dal­la sig­no­ra Luisa, ha illus­tra­to l’iniziativa. Han­no par­la­to anche Gian­lui­gi Mar­silet­ti, Costan­za Lunar­di, Mar­co De San­ti, , Gio­van­na Cic­carel­li, Gra­ziel­la Bel­li, Alber­to Colom­bo ed Alber­ta Cavaz­za, padrona di casa.Questo il pro­gram­ma. Sul lun­go­la­go di Salò si ter­rà la mostra mer­ca­to di essen­ze rare, cac­tacee, lil­i­acee, sem­pre­ver­di, aro­matiche, agru­mi ed essen­ze da frut­to, acquatiche, orten­sie, rose. Più di 60 gli espos­i­tori: arriver­an­no da tut­ta Italia.A San Felice, invece, una serie di even­ti ded­i­cati ai bam­bi­ni. Giochi e lab­o­ra­tori («La col­li­na del gia­r­diniere», «I semi del­la vita», «I frut­ti delle sta­gioni»), gli ani­mali in cer­ca di ami­ci, proiezioni di car­toon e fiabe, il mer­cati­no del­la sol­i­da­ri­età (ogget­ti da vendere o scam­biare), la mostra di gio­cat­toli stori­ci, i dol­ci delle nonne, un con­cer­to a scopo benefi­co. Sul lun­go­la­go di Gar­done Riv­iera espo­sizione di flo­r­i­al design­er, che daran­no vita alle loro creazioni.ùEppoi la mostra fotografi­ca di Mau­ro Pez­zot­ta, sem­i­nari e con­feren­ze sia al Vit­to­ri­ale che nel gia­rdi­no Heller, incon­tri con gli artisti del paesaggio.Sul lun­go­la­go di Toscolano Mader­no si svol­gerà il mer­ca­to degli agru­mi e dell’ulivo, con focus su la prog­et­tazione di gia­r­di­ni e ter­razze, la cura e la potatu­ra di alberi orna­men­tali, l’orto bio­logi­co famil­iare, la tec­ni­ca del bon­sai, il com­postag­gio domes­ti­co.