Mutuo di 25 miliardi e lavori a settembre. L’impianto di risalita con cabine rotanti sarà costruito dalla ditta Holz di Bolzano

Ecco i soldi per la nuova funivia

12/05/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Ieri mat­ti­na nel­la sede del­la Cam­era di Com­mer­cio è sta­to uffi­cial­mente pre­sen­ta­to il prog­et­to per la costruzione del­la funi­via che col­le­ga Mal­ce­sine ai 1.760 metri di Trat­to Spino, sul monte . L’imprimatur dell’assegnazione dei lavori alla dit­ta Holz di Lana, in provin­cia di Bolzano, l’unica a con­cor­rere dopo un pri­mo ban­do sospe­so per vizio di for­ma, è sta­to dato dal pres­i­dente del­la Con­sorzio funi­co­lare Giuseppe Ven­turi­ni uni­ta­mente al pres­i­dente del­la Cam­era di Com­mer­cio Mas­si­mo Fer­ro e al pres­i­dente del­la Provin­cia Alear­do Mer­lin. Con loro Giuseppe Lom­bar­di sin­da­co di Mal­ce­sine, Comune che detiene il 30 per cen­to del­la quo­ta di parte­ci­pazione del con­sorzio com­pos­to da Provin­ca (45 per cen­to) ed ente cam­erale (25). La novità rispet­to al prog­et­to da tem­po illus­tra­to da L’Arena si riferisce, oltre al nome del­la dit­ta aggiu­di­ca­trice dei lavori, al mutuo di 25 mil­iar­di con­trat­to dall’Azienda funi­co­lare con la ban­ca O.P.I del grup­po San Pao­lo Imi di Roma.

Parole chiave: