La Regione ha detto «si» alla mappa nautico-stradale del Garda

Ecco le rotte del turismo

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.z.

La giun­ta del­la Regione ha approva­to il pro­gram­ma annuale dei prog­et­ti con finanzi­a­men­to pub­bli­co-pri­va­to, fra cui la car­ta tur­is­ti­co- nau­ti­ca e stradale del Gar­da, una cor­posa idea del­la Comu­nità. Tale stru­men­to, impor­tante e nec­es­sario, sarà real­iz­za­to in col­lab­o­razione con la De Agos­ti­ni di Novara. Un’al­tra notizia con­tenu­ta nel­la «Let­tera» men­sile, dif­fu­so pure via Inter­net, riguar­da la cos­ti­tuzione di un comi­ta­to oper­a­ti­vo ristret­to chiam­a­to a orga­niz­zare un grande forum per definire i com­pi­ti futuri. Il Diret­ti­vo del­la , pre­siedu­ta da , ave­va deciso di indire entro il prossi­mo autun­no un con­veg­no inter­provin­ciale capace di fornire linee oper­a­tive e diret­tive su ruo­lo e fun­zioni, anche alla luce delle trasfor­mazioni isti­tuzion­ali che si van­no definen­do ed evol­ven­do con grande accel­er­azione. Appare inoltre oppor­tuno che, a qua­si cinquan­t’an­ni dal­la sua fon­dazione, la Comu­nità si inter­roghi sul sen­so delle pro­prie fun­zioni, sui rap­por­ti con gli enti garde­sani, sug­li obi­et­tivi da con­seguire. L’or­ga­niz­zazione di tale forum è affi­da­ta a un comi­ta­to oper­a­ti­vo ristret­to che rap­p­re­sen­ta tutte le com­po­nen­ti ter­ri­to­ri­ali. Il pri­mo incon­tro è sta­to pro­gram­ma­to per settembre.

Parole chiave: