Ecco i migliori mielosi di Lazise

13/12/2013 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Sono sta­ti resi noti dal­l’ap­posi­ta com­mis­sione i pro­dut­tori di miele vinci­tori dei due con­cor­si pro­posti dal­la ammin­is­trazione comu­nale di Lazise nel cor­so del­la man­i­fes­tazione ” I giorni del Miele”, la man­i­fes­tazione fieris­ti­ca nazionale di api­coltura. La pri­ma vet­ri­na dei mieli ital­iani a valen­za euro­pea ha rag­giun­to quest’an­no, il 4,5 e 6 otto­bre scor­si, la 34^ edi­zione ed ha pre­mi­a­to con L’Ape d’Oro — Pre­mio Cit­tà di Lazise quat­tordi­ci pro­dut­tori di miele a liv­el­lo nazionale, men­tre nove sono sta­ti i vinci­tori del pre­mio L’Ape Serenis­si­ma per la pro­duzione di miele a liv­el­lo regionale vene­to.

Per L’Ape d’Oro il pri­mo pre­mio per il miele di aca­cia è anda­to a Ste­fano Zoc­colan di Tori­no, per la mela­ta a Luca Finoc­chio di Chi­eti, per il miele di castag­no a Alfre­do Maso­ero di Tori­no, per la cat­e­go­ria Mille­fiori a Giu­liana Carcereri di Verona e per i Mieli Rari, con il miele di timo, il pre­mio più ambito è sta­to con­seg­na­to a Mon­te­mur­ro Alessan­dro di Mat­era che si è anche aggiu­di­ca­to il ter­zo pos­to con il miele di eucalip­to. Il miele di colza ha ottenu­to il sec­on­do pre­mio che è sta­to asseg­na­to a Enri­co Romana­to.

L’ape Serenis­si­ma è sta­ta invece asseg­na­ta a Elio Tof­falet­to di Tre­vi­so, pri­mo clas­si­fi­ca­to con il miele vene­to di aca­cia, ad Alessio Fer­rante di Pado­va con la mela­ta, Giampao­lo Meg­gi­o­laro di Vicen­za con il miele di castag­no e con “mille fiori”. Anco­ra Giampao­lo Meg­gi­o­laro, pri­mo clas­si­fi­ca­to nei mieli rari con il “miele ailan­to”.

In tut­to sono ven­ti i pro­dut­tori che han­no rice­vu­to il pre­mio fra pro­duzione di mieli nazion­ali e region­ali — spie­ga il sin­da­co Luca Sebas­tiano — e devo dire che sono dei pro­dut­tori appas­sion­ati, con real­iz­zazione di mieli di eccel­len­za. Tut­ti, nes­suno esclu­so. La forte parte­ci­pazione ai due con­cor­si, l’af­fluen­za ai tre giorni del­la fiera, gli apprez­za­men­ti che abbi­amo rice­vu­to per ques­ta man­i­fes­tazione ci por­tano a sper­are che il prossi­mo anno gli espos­i­tori, i pro­dut­tori ed il pub­bli­co saran­no anco­ra di più. E’ davvero una gran­dis­si­ma vet­ri­na di mieli ital­iani che mer­i­tano una val­oriz­zazione a liv­el­lo europeo.”

Ser­gio Baz­er­la