L’imbarcazione da 350 passeggeri inaugurata a Peschiera, entra ufficialmente in servizio

Ecco Pelèr

Di Redazione

Lun­ga 35 metri e larga cir­ca 8, con una por­ta­ta di 350 passeg­geri, la nuo­va moton­ave Pelèr entra uffi­cial­mente in servizio. Dopo una fun­zione pres­so il San­tu­ario del­la con la benedi­zione del­l’­ef­figie suc­ces­si­va­mente appos­ta a bor­do dell’imbarcazione, si è svol­ta la cer­i­mo­nia di inau­gu­razione che ha cel­e­bra­to l’ingresso del­la moton­ave nel­la flot­ta di , cui ha fat­to segui­to una breve crociera alla pre­sen­za delle le Autorità Locali.

Costru­i­ta a Chiog­gia ed assem­bla­ta pres­so lo stes­so cantiere Nav­igazione Lago di Gar­da di Peschiera nell’arco di un anno e mez­zo, Pelèr prende il nome dal ven­to del mat­ti­no che proviene da nord e por­ta “aria” di novità nelle attiv­ità del­la nav­igazione pub­bli­ca di lin­ea a sup­por­to del­la ripresa tur­is­ti­ca sul lago.

Sono molto con­tento di pot­er oggi inau­gu­rare ques­ta nos­tra nuo­va imbar­cazione – affer­ma il Diret­tore Gen­erale di Nav­igazione Laghi Alessan­dro Acquafred­da —  non solo per l’importanza che riveste per la nos­tra azien­da, ma per il forte mes­sag­gio di pos­i­tiv­ità che ques­ta inno­vazione del­la nos­tra flot­ta rap­p­re­sen­ta per tut­ti i nos­tri col­lab­o­ra­tori, per le splen­dide local­ità del Gar­da, per i suoi cit­ta­di­ni e per gli oper­a­tori che ne han­no fat­to una delle des­ti­nazioni tur­is­tiche più impor­tanti.

Pelèr, ven­tottes­i­ma imbar­cazione del­la flot­ta di Nav­igazione Lago di Gar­da sarebbe dovu­ta entrare in servizio all’inizio del­la sta­gione 2020, ma la pan­demia ha lim­i­ta­to forte­mente gli sposta­men­ti e di con­seguen­za la cir­co­lazione dei bat­tel­li  fino a fine mag­gio, con una pri­ma riat­ti­vazione dei servizi per il ponte del 2 giug­no ed adesso, con il ritorno agli sposta­men­ti tra Regioni, con una più sostanziale ripresa delle attiv­ità di Nav­igazione Lago di Gar­da, inizierà ad oper­are a par­tire dal week­end del 13–14 giug­no nel bas­so lago e ver­rà suc­ces­si­va­mente uti­liz­za­ta a rotazione nel­l’am­bito del­l’o­rario pro­gram­ma­to.

La prog­et­tazione di Pelèr tiene con­to del modo con cui con­cepi­amo la nos­tra mis­sion di oper­a­tori del trasporto pub­bli­co – con­tin­ua il Diret­tore Gen­erale -: infat­ti a bor­do ci saran­no tut­ti i con­fort per garan­tire una nav­igazione sicu­ra e como­da, garan­ten­do a chi viag­gia di pot­er­si godere l’impareggiabile visione del lago vis­to dal lago; inoltre rap­p­re­sen­ta in pieno la nos­tra sen­si­bil­ità ver­so l’ambiente, per esem­pio con la dotazione di ras­trel­liere per portare le bici­clette e sis­te­mi di ricar­i­ca di quelle elet­triche”.

Il Gestore Gov­er­na­ti­vo Dott. Rena­to Polet­ti è inter­venu­to  ringrazian­do le Autorità e sot­to­lin­e­an­do gli otti­mi risul­tati ottenu­ti dal lavoro deter­mi­na­to e dal­la grande com­pe­ten­za mes­sa in cam­po a par­tire dalle scelte cor­ag­giose dei ver­ti­ci azien­dali fino all’­op­er­a­to delle maes­tranze.

Aggiunge il Diret­tore di Eser­cizio Nav­igazione Lago di Gar­da Gio­van­ni Loren­zo Bel­loi: “Costru­i­ta in acciaio e allu­minio, Pelèr è motor­iz­za­ta con due motori diesel da 368 kw cias­cuno a 2000 giri min­u­to, con propul­sione biel­i­ca; è sta­ta con­cepi­ta affinché tramite uti­liz­zo di car­bu­rante bio e un sis­tema sofisti­ca­to di trat­ta­men­to fumi, abbia emis­sioni a bas­so potere inquinante. La care­na è sta­ta stu­di­a­ta per abbat­tere la gen­er­azione dell’onda e uno stu­dio appro­fon­di­to sul con­fort di bor­do ha per­me­s­so di ridurre al min­i­mo gli effet­ti delle vibrazioni e rumore”.