Educativa territoriale per incidere sui danni relativi all’emarginazione. Se ne parla a Pozzolengo

16/01/2018 in Senza categoria
Parole chiave:
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

I giovani sono da sempre una priorità per qualsiasi comunità ed intento delle Amministrazioni Comunali restano la tutela dei nuove generazioni e le azioni educative e preventive nei loro confronti. Il Comune di Pozzolengo ha in questo senso programmato per le prossime settimane un intervento di educativa territoriale allo scopo di incidere sui fattori di rischio e sui danni relativi all’emarginazione, alle situazioni di disagio ed alle difficoltà relazionale di minori, adolescenti e delle rispettive famiglie. Il Sindaco Paolo Bellini spiega a tal proposito che per raggiungere questi obiettivi ci si avvarrà della collaborazione della Cooperativa Elefanti Volanti che da più di 20 anni opera a Brescia e Provincia gestendo numerosi servizi rivolti a giovani ed adolescenti ed alle loro famiglie, italiane e straniere, ai minori, al disagio adulto ed a numerose attività di inserimento lavorativo; tutti questi interventi si coordinano ed interagiscono con gli altri servizi presenti sul territorio.

“Come Amministrazione-continua Bellini- abbiamo ritenuto doveroso impegnare nuovi denari nei confronti del mondo giovanile, sono ormai mesi che cerchiamo di sensibilizzare la popolazione con incontri specifici legati alle problematiche relative; ora vogliamo dare un segnale più “concreto”. Verranno attivati un servizio di “Punto Giovani” ed uno sportello “Informalavoro”.

Il primo sarà rivolto alla fascia d’età 14-25 anni ed avrà principalmente lo scopo di guidare l’adolescente all’organizzazione del tempo libero attraverso attività stimolanti ed arricchenti che escludano atteggiamenti rischiosi e devianti e che gli permettano di acquisire un’identità adulta positiva di cittadino attivo. Lo sportello Informa-Lavoro si rivolgerà invece a giovani in età lavorativa senza occupazione con l’obiettivo di fornire strumenti informativi, educativi, orientativi e di coinvolgere l’utenza nella predisposizione di un percorso di orientamento per favorire l’inserimento o il reinserimento lavorativo.”

Il Sindaco conclude ricordando che questi progetti dovranno essere realizzati con il costante confronto delle realtà attualmente già presenti sul territorio ed a contatto con adolescenti e giovani, oratorio, parrocchia e polisportiva, oltre che stretta sinergia dovrà esserci anche con l’Osservatorio Giovanile, il cui ruolo sarà di fondamentale importanza per i prossimi mesi e per le future iniziative.

Parole chiave:

Commenti

commenti