Scarpetta ha «perso» la scommessa

Elezioni: Gargnano

16/06/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
b.f.

Piz­za e bir­ra per quat­tro per­sone. È la scommes­sa che il nuo­vo sin­da­co di Gargnano, Gian­fran­co Scar­pet­ta — 60 anni, pen­sion­a­to — dovrà pagare per non avere rag­giun­to i mille voti. Il nuo­vo pri­mo cit­tadi­no, che si è fer­ma­to a 992 schede (47,37%) cre­de­va nel suc­ces­so pieno e lo con­fer­ma: «Il risul­ta­to è sta­to chiaro e dimostra che ave­vo vis­to gius­to. Per cui pagherò volen­tieri». Ieri mat­ti­na, Scar­pet­ta era in munici­pio e il pri­mo gesto che ha com­pi­u­to è sta­ta la spedi­zione di un telegram­ma ai , in occa­sione del­la loro fes­ta. «Spero in un’­ef­fi­cace col­lab­o­razione con le », ha det­to il sin­da­co, che oggi incon­tr­erà il Com­mis­sario Prefet­tizio Zaira Romano. «Già nel pomerig­gio di ieri ho con­tat­ta­to alcune per­sone in mer­i­to all’ex casa di riposo del capolu­o­go ed all’im­mo­bile del­l’ex Soci­età . Sono due tra gli impeg­ni che ci erava­mo pre­si e non ho voglia di perdere tem­po. Qui c’è da met­ter­si subito all’­opera». Il sostanzioso suc­ces­so di Scar­pet­ta, non può fare dimen­ti­care che metà dei gargnane­si non lo ha vota­to. «Avrò un occhio di riguar­do pro­prio per chi non è anco­ra con­vin­to del mio impeg­no e andrò pro­prio nel­la direzione di chi è scetti­co, in modo da garan­tire il mas­si­mo del­lo sfor­zo nel­la soluzione dei prob­le­mi di tut­ti. Voglio con­quistare la fidu­cia del­la gente e se ho già dal­la mia parte che mi ha sostenu­to, voglio impeg­n­ar­mi per­ché anche gli altri si con­vin­cano veden­do quan­to saprò con­cretiz­zare». In nuo­vo sin­da­co resterà con i pie­di per ter­ra? «Sen­z’al­tro. Starò in mez­zo alla gente. Tan­ti mi fer­mano per stra­da e mi spro­nano. Sono gesti che mi dan­no anco­ra mag­giore forza».