Le manifestazioni nell’ambito del premio nazionale di pittura intitolato al mecenate. Domani convegno con la relazione del professor Costante Belletti

Enciclopedia Treccani, la sua storia

15/12/2000 in Cultura
Di Luca Delpozzo
s.bo.

lniziano domani mat­ti­na, con un con­veg­no orga­niz­za­to nel Cin­e­ma-teatro Glo­ria di Mon­tichiari, le man­i­fes­tazioni che carat­ter­iz­zano la 15a edi­zione del Pre­mio nazionale di pit­tura ded­i­ca­to al con­te Gio­van­ni Trec­ca­ni Degli Alfieri, mon­te­clarense, fonda­tore dell’Enciclopedia Trec­ca­ni. Alle ore 10,30 si apri­ran­no i lavori del con­veg­no, offer­to in par­ti­co­lare agli stu­den­ti del­la scuo­la media supe­ri­ore, dal tito­lo: il con­te Trec­ca­ni degli Alfieri e la sua enci­clo­pe­dia, il cui rela­tore sarà il pro­fes­sor Costante Bel­let­ti. Il tema, pret­ta­mente cul­tur­ale e stori­co, rien­tra in una serie di Quaderni cul­tur­ali mon­te­claren­si che l’Amministrazione comu­nale intende avviare da questo mese con una peri­od­ic­ità almeno annuale per ricor­dare i padri che han­no costru­ito la nos­tra sto­ria, con­fer­ma l’assessore alla cul­tura Ele­na Zanola. Costante Bel­let­ti, 80 anni, mon­te­clarense ma res­i­dente da anni a Salò, ha fonda­to l’Istituto alberghiero di Gar­done Riv­iera ed ha rice­vu­to, nel­la sua car­ri­era di inseg­nante e pre­side, numerosi riconosci­men­ti, attes­ta­ti, diplo­mi, pre­mi, tra cui quel­lo di com­menda­tore del­la Repub­bli­ca. Tra i sopran­no­mi che gli han­no affib­i­a­to tro­vi­amo anche Trec­ca­ni, per­ché non solo ha conosci­u­to il con­te Gio­van­ni e da lui ha rice­vu­to un dono ed una let­tera, ma anche per­ché come un’enciclopedia sa tut­to e di tut­ti e conosce pro­fon­da­mente l’opera del grande mece­nate mon­te­clarense. Domeni­ca mat­ti­na, alle ore 11, nel­la sala con­sil­iare del munici­pio si svol­gerà la pre­mi­azione del Pre­mio di pit­tura nazionale che quest’anno ha avu­to una parte­ci­pazione artis­ti­ca stra­or­di­nar­ia, ben 135 pit­tori. Dopo la pre­mi­azione ver­rà inau­gu­ra­ta la mostra delle opere selezion­ate dal­la giuria e che rimar­ran­no esposte per un mese (dal 17 dicem­bre al 14 gen­naio 2001) nei locali di via Maz­zol­di che un tem­po era­no sede del­la Cas­sa Rurale (oggi Bcc del Gar­da) che è il prin­ci­pale spon­sor dell’intera inizia­ti­va. s.bo.