Della serie...se c'è dell'energia pulita in circolazione, è da fessi non prenderla al volo ed utilizzarla.

Energia pulita da catturare

11/10/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

Del­la serie…se c’è del­l’en­er­gia puli­ta in cir­co­lazione, è da fes­si non pren­der­la al volo ed uti­liz­zarla. A vol­er­la un tan­ti­no roman­zare è ques­ta la «filosofia» alla radice di un altro inter­ven­to nel set­tore elet­tri­co che Alto Gar­da Servizi com­pleterà nel giro di una deci­na di giorni. Si trat­ta del­la costruzione di una pic­co­la cen­trali­na che sfrut­ta l’ac­qua in cadu­ta nel­la con­dot­ta forza­ta pos­ta tra la gal­le­ria Riva-Biace­sa (dove viene racol­ta e con­vogli­a­ta) e il ser­ba­toio di Roncaglie, più a valle. Con un inves­ti­men­to pari a 140mila euro Ags ha posizion­a­to una turbina in gra­do di pro­durre 300mila kWh annui, con ricavi annu­ali di 25–31mila euro. Tenu­to con­to di cir­ca 8mila euro di costi di ges­tione all’an­no, tra 7–8 anni l’in­ves­ti­men­to sarà com­ple­ta­mente ammor­tiz­za­to e la soci­età Ags si tro­verà con una ris­er­va aggiun­ti­va. Anche in questo caso (l’ab­bina­men­to tra acque­dot­ti e cen­tra­line elet­triche si sta dif­fonden­do un po’ ovunque) l’en­er­gia prodot­ta dal­la cen­trali­na è da fonte rin­nov­abile e con­tribuirà alla disponi­bil­ità di «ener­gia» pulita.Ovviamente l’ac­que­dot­to non avrà alcun prob­le­ma, nel sen­so che nem­meno un litro d’ac­qua sarà but­ta­to via e l’ap­provvi­gion­a­men­to di acqua pota­bile del ser­ba­toio di Roncaglie sarà esat­ta­mente come prima.