Il programma del giorno dell’Assunta

Entra nel vivo l’ANTICHISSIMA FIERA DELLE GRAZIE

14/08/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Domani, ven­erdì 15 agos­to, la gior­na­ta sarà incen­tra­ta sul­la fes­tiv­ità dell’Assunta. Le cel­e­brazioni reli­giose all’interno del San­tu­ario inizier­an­no alle 6 e alle 7 la Mes­sa sarà cel­e­bra­ta dal vesco­vo emer­i­to S.E. Mons. Egidio Caporel­lo. La Mes­sa solenne delle 10 “In Assump­tione Beat­ae Mari­ae Vir­gi­nis” sarà offi­ci­a­ta dal vesco­vo di Man­to­va S.E. Mons. con l’animazione delle Scholae Can­to­rum del­la Dio­ce­si di Man­to­va dirette dal M° Daniele Ansel­mi. Al ter­mine, intorno alle 11.30, il vesco­vo saluterà i Madon­nari inten­ti a dipin­gere sul sagra­to. Nel pomerig­gio alle 18.30 ver­rà pre­mi­a­to il vinci­tore del­la 13° edi­zione del con­cor­so “Il ban­coniera”. Alle 19, sem­pre sul piaz­za­le del San­tu­ario, la pre­mi­azione dei vinci­tori del 36° Incon­tro Nazionale dei Madon­nari. I pre­mi saran­no sud­di­visi tra le tre cat­e­gorie ammesse al con­cor­so, ovvero Madon­nari sem­pli­ci, qual­i­fi­cati e maestri. Altri pre­mi alla cre­ativ­ità, tra cui uno spe­ciale ded­i­ca­to alla memo­ria del Mae­stro Madon­naro Francesco Priscian­daro, il pri­mo vinci­tore nel 1973 e recen­te­mente scomparso.Lo spet­ta­co­lo del­la ser­a­ta di Ferragosto.In ser­a­ta, alle 21.00, sul sagra­to del San­tu­ario, uno spet­ta­co­lo incen­tra­to sui ricor­di, i per­son­ag­gi e le can­zoni di una vol­ta con “Anca la nona Bigia a la féra ‘dli Grasii”. La nona Bigia altri non è che Elide Pizzi, voce stor­i­ca di Radio Man­to­va News e volto tele­vi­si­vo di Tele Man­to­va da un paio di anni. Assieme a lei un altro noto per­son­ag­gio man­to­vano, Wain­er Maz­za, can­tas­to­rie e show­man del­la bas­sa che pro­por­rà alcune can­zoni del suo reper­to­rio e una incen­tra­ta sul­la Fiera. E anco­ra la can­tante Rosa e l’autrice dialet­tale Gabril­la Bonazzi, con i suoi monologhi in dialet­to man­to­vano. La non­na Bigia arriverà nel bor­go di Gra­zie a dis­tan­za di parec­chi anni dall’ultima sua visi­ta alla Fiera e tro­verà tut­to cam­bi­a­to. Quel­lo di domani sera sarà uno spet­ta­co­lo in dialet­to, fat­to di ricor­di, immag­i­ni e con rie­vo­cazioni del­la fiera degli anni ormai perduti.

Parole chiave: