Desenzano: iscrizioni alla gita sull’isola

Escursionisti del Cai per tre giorni all’Elba

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Tre giorni spe­ciali, all’Elba, per una cinquan­ti­na di escur­sion­isti del Cai di Desen­zano, che dal 10 al 12 mag­gio, a un prez­zo invi­tante, vis­it­er­an­no l’isola accom­pa­g­nati da Ser­gio Gal­li, l’albergatore che li ospiterà, che a sua vol­ta è nat­u­ral­ista e alpin­ista. I desen­zane­si saran­no allog­giati a Feto­va­ia, dove c’è forse la più bel­la spi­ag­gia dell’isola, di sab­bia bian­chissi­ma, in vista del­la cima prin­ci­pale dell’Elba, il monte Capanne (m. 1019). Gal­li è un pro­fon­do e appas­sion­a­to conosc­i­tore del­la sua iso­la, del­la fau­na, del­la flo­ra e del­la sto­ria dei luoghi. Sarà pos­si­bile, con un po’ di for­tu­na, non solo ved­er volare il fal­co pel­le­gri­no o udire il graci­dare del­la raganel­la, ma osser­vare la mar­to­ra e il muflone, l’upupa e il cor­mora­no e, per­chè no, impara­re a dis­tinguere una vipera da un col­u­bro. Con­sid­er­a­to il peri­o­do, un pro­gram­ma rigi­da­mente defini­to non è sta­to sti­la­to, ma sarà pos­si­bile vis­itare il bag­no meglio con­ser­va­to dell’isola — S. Ilario in Cam­po — e vedere almeno uno dei «caprili», ricov­eri di chiara des­ti­nazione real­iz­za­ti con una tec­ni­ca di sovrap­po­sizione delle pietre che richia­ma i nuraghi e i trul­li. Una pro­pos­ta inter­es­sante: il trat­ta­men­to sarà di mez­za pen­sione e la cena offrirà l’opportunità di gustare anche qualche spe­cial­ità locale; il pran­zo invece sarà al sac­co per con­sen­tire la sali­ta al monte Capanne (1000 metri di dis­liv­el­lo, splen­di­di panora­mi, acqua qua­si introv­abile). Per le iscrizioni, riv­ol­ger­si alla sede di Riv­oltel­la del Cai, in piaz­za degli , tel. 030/9902640, il mart­edì e il ven­erdì sera, fino a esauri­men­to posti.

Parole chiave: