Esordio in grande stile a Torri del Benaco per il 49° campionato delle bisse “Bandiera del Lago 2016”

Parole chiave:
Di Redazione

L’inizio del cam­pi­ona­to, ha avu­to come pro­l­o­go la riu­nione di tut­ti gli atleti e diri­gen­ti pres­so il Teatro Cine­cen­trum di Tor­ri del Bena­co, dove sono state pre­sen­tate le novità da parte del Pres­i­dente del­la Lega Bisse del Gar­da, Mar­co Righet­ti­ni, affi­an­ca­to dai com­po­nen­ti il con­siglio diret­ti­vo e dal Pres­i­dente del­la Com­mis­sione Tec­ni­ca Arbi­trale Mario Bona (ex pres­i­dente del­la Lega Bisse del Gar­da e speak­er delle regate), affi­an­cati dal Giu­dice del­la Fed­er­azione Ital­iana Can­ot­tag­gio Sedile Fis­so, Thomas Cadei. Quin­di tut­ti sul lun­go­la­go di Tor­ri dove davan­ti ad un pub­bli­co inter­es­sato è inizia­ta con la sfi­la­ta a ter­ra dove face­vano bel­la pre­sen­za il Grup­po Sbandier­a­tori e Musi­ci di Zeve­to (Chiari) i rema­tori al com­ple­to, i pres­i­den­ti delle Soci­età ed in chiusura la Ban­da di Caprino.

Ad aprire la gara, dopo l’esecuzione dell’inno nazionale, suona­to dal­la ban­da di Capri­no, è sta­ta la bat­te­ria fem­minile che ha vis­to tri­on­fare l’armo di Aril­i­ca con il sin­da­co di Peschiera Ori­et­ta Gaiul­li in equipag­gio. Piaz­za d’onore per Regi­na Ade­laide di Gar­da che ha vin­to la vola­ta con Tulles di Tor­ri, Sirenet­ta di Gar­done Riv­iera, Ichtya (l’altra bar­ca di Peschiera) e Angel­i­ca di Parati­co d’Iseo han­no com­ple­ta­to gli arrivi.

Nel­la pri­ma bat­te­ria maschile del­la ser­a­ta ha vin­to Gar­da cam­pi­one uscente che ha come capo­bar­ca il re del remo Alber­to Malfer che ha fes­teggia­to i suoi 67 anni con ques­ta vit­to­ria. La vit­to­ria è arriva­ta al ter­mine di un’estenuante duel­lo con Beren­gario, la bis­sa di casa, che si è risolto solo all’ultima rema­ta per pochi cen­tes­i­mi di secondo.

Dietro a Gar­da e Beren­gario si è piaz­za­ta, stac­ca­ta, al ter­zo pos­to Vil­lanel­la di Gargnano. Nel­la sua scia Ariel di Gar­done Riv­iera e Sant’Angela Meri­ci di Desenzano.

Nel­la terza rega­ta Gar­donese, la bar­ca del pres­i­dente del­la Lega Bissse Mar­co Righet­ti­ni, ha rego­la­to in sci­oltez­za Peschiera, l’iseana Clu­san­i­na, Ari­oli­ta di Peschiera, Sebi­na di Clu­sane d’Iseo e Fos­ca­ri­na di Gar­done Riv­iera. In ques­ta bat­te­ria era­no rap­p­re­sen­tate tre soci­età con due equipag­gi, quin­di scon­tri in casa sin dal­la pri­ma competizione.

Nell’ultima rega­ta del­la ser­a­ta si è spen­ta del tut­to la brez­za che fino a quel momen­to ha spaz­za­to il cam­po di gara. Con­dizione che ha per­me­s­so a Car­mag­no­la di Clu­sane di seg­nare il miglior tem­po asso­lu­to. Gri­fone di Sirmione ha cer­ca­to di con­tenere l’impeto dei voga­tori sebi­ni ma si è dovu­to accon­tentare del­la sec­on­da piaz­za. Ter­zo pos­to per Aires di Gar­da che ha pre­ce­du­to Preon­da di Bar­dolino. Quin­ta Parati­co e ses­ta Gioia di Gargnano.

 

Al ter­mine del­la com­pe­tizione remiera è anda­to in sce­na un sug­ges­ti­vo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co. Doppi­a­mente sod­dis­fat­to il sin­da­co Ste­fano Nico­tra. “Sono con­tento per lo svol­gi­men­to del­la man­i­fes­tazione, tut­to è anda­to bene e il mal­tem­po ci ha risparmi­a­to. Sono felice e fiero anche per­ché abbi­amo con­corda­to defin­i­ti­va­mente che l’anno prossi­mo, in occa­sione del 50° anniver­sario del­la cos­ti­tuzione del­la Lega bisse del Gar­da, Tor­ri ospiterà la tap­pa finale del cam­pi­ona­to. Qui la tradizione delle bisse è molto sen­ti­ta. Per questo è sta­ta restau­ra­ta ed espos­ta pro­prio oggi, nel museo del castel­lo, la stor­i­ca bis­sa Beren­gario, quel­la che ha vin­to la pri­ma Bandiera per Tor­ri nel 1972.”

La prossi­ma sfi­da tra le For­mu­la Uno del­la voga alla vene­ta è in pro­gram­ma saba­to 18 giug­no a Sirmione. Anche sul cam­po di rega­ta del­la peniso­la cara a Cat­ul­lo si sfider­an­no equipag­gi sia maschili che femminili.

 

Parole chiave: