Inizia il 4 luglio il Festival del Garda, la manifestazione canora itinerante che si concluderà il 7 settembre. Voci in cerca di un trampolino di lancio Presentatrici sono una parata di bellezze

Estate nel segno del Cantalago

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

Un’es­tate all’in­seg­na del . Ritor­na con la sta­gione cal­da la popo­lare man­i­fes­tazione cano­ra itin­er­ante orga­niz­za­ta dal­l’as­so­ci­azione Bena­cus. Pre­sen­ta­ta uffi­cial­mente giovedì nel­la sala con­sil­iare di Lazise la ker­messe giun­ta alla set­ti­ma edi­zione riapre i bat­ten­ti giovedì 4 luglio a Valeg­gio per poi toc­care nel giro di due mesi i più impor­tati pae­si del­l’in­tero baci­no garde­sano e del suo entroter­ra. Diciot­to le tappe, due in meno del­lo scor­so anno, per un tour che dopo due anni vivrà l’even­to con­clu­si­vo in ter­ri­to­rio veronese. «La finale è in pro­gram­ma saba­to 7 set­tem­bre pro­prio a Lazise e sarà pre­sen­ta­ta da un volto noto come Adri­ana Volpe», ha dichiara­to il patron Enri­co Bian­chi­ni nel cor­so del­la con­feren­za stam­pa che ha vis­to la pre­sen­za oltre del sin­da­co Luca Sebas­tiano anche di Tes­sa Geli­sio, avve­nente model­la-gior­nal­ista del pro­gram­ma TV “Oasi” in onda su La7. Geli­sio felice di ritornare dopo le passerelle e il lavoro nel chiu­so degli stu­di tele­vi­sivi a “vivere” la piaz­za, a sen­tire il pol­so e gli umori del­la fol­la in pre­sa diret­ta. Toc­cherà a lei con­durre le ser­ate di Gar­da, Mon­tichiari, Cavaion e Riva. Un Fes­ti­val del Gar­da all’in­seg­na del rosa e affida­to ad una vera e pro­pria pat­tuglia di bellezze che a turno si avvinced­er­an­no nel cor­so del­la man­i­fes­tazione. Oltre alle ricon­fer­mate ex miss Italia Susan­na Huck­step, elet­ta nel 1984, e Glo­ria Zanin, vincitrice del­l’edi­zione del 1992, fan­no parte del cast Eleono­ra Ben­fat­to, fas­cia con­quis­ta­ta nel 1989, Tania Zam­paro, Miss Italia 2000 e Glo­ria Bel­lic­chi, la più bel­la del­lo Sti­vale nel 1998. L’essen­za del Fes­ti­val rimane come sem­pre la gara tra can­tan­ti alla ricer­ca del tram­poli­no di lan­cio. Due le cat­e­gorie in liz­za per la sezione inter­preti e inedi­ti. Nel pri­mo caso i con­cor­ren­ti, scelti dopo una serie di audizioni svolte in pri­mav­era a Verona, Bre-scia, Man­to­va e Tren­to, si affron­ter­an­no sul­la base di pezzi famosi. Per ogni tap­pa di qual­i­fi­cazione passe-rà solo uno dei quat­tro can­tan­ti in liz­za. Una fer­rea scre­matu­ra per arrivare a des­ignare i quat­tro che nel­la ser­a­ta di Lazise con­cor­reran­no per la con­quista del Lago d’Oro, creazione orafa dei Fratel­li Zanet­ti di Tor­ri. Per la sezione inedi­ti la sfi­da sarà invece ad elim­i­nazione diret­ta fino a com­porre il lot­to dei due final­isti con il pri­mo clas­si­fi­ca­to che vin­cerà una bor­sa di stu­dio per accedere all’Ac­cad­e­mia dei Laghi, scuo­la che apre le porte al mon­do del­lo spet­ta­co­lo. Sarà inoltre asseg­na­to al miglior testo ined­i­to il pre­mio «Ami­ci di Luciano Beretta», in ricor­do del­l’au­tore milanese di testi di grande suc­ces­so (Il Ragaz­zo del­la via Gluck, Sva­l­u­ta­tion) di casa sul lago e mor­to a Gar­da nel 1994. Ma il Fes­ti­val del Gar­da, ideato dal patron Enri­co Bian­chi­ni e dal diret­tore artis­ti­co Andrea Van­ti­ni, non è solo musi­ca. Lo spet­ta­co­lo pog­gia infat­ti su di una serie di appun­ta­men­ti fis­si ded­i­cati al bal­lo per le core­ografie di Deb­o­rah Ardui­ni e Ser­e­na Parisot­to, alla bellez­za con il con­cor­so di Miss Italia e alla comic­ità con gli inter­mezzi di cabaret­tisti come Gian­Piero Per­one, Rena­to Trin­ca, Rober­to De Marchi, Gior­gio Zanet­ti, Lucio Gardin e Giusy Zenere. Ci sarà spazio anche per il sociale con la ven­di­ta di un Cd con­te­nente le migliori pro­duzioni musi­cali del Fes­ti­val. Il rica­va­to andrà come lo scor­so anno (furono rac­colti nove mil­ioni di lire) al Prog­et­to Salomè per l’adozione a dis­tan­za dei bam­bi­ni del Mada­gas­car. Il Fes­ti­val del Gar­da si fre­gia del patrocinio delle regioni Vene­to e Lom­bar­dia, del­l’asses­so­ra­to al tur­is­mo del­la Provin­cia di Verona e Bres­cia, del­l’Azien­da di pro­mozione tur­is­ti­ca del Gar­da Trentino.

Parole chiave: