Presentato il cartellone degli appuntamenti fino a settembre: si cominicia domani, ospite il regista Marco Preti. Luglio e agosto ricchi di manifestazioni, gran finale con il raid dannunziano

Estate, spettacoli per tutti i gusti

Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Un paio di set­ti­mane fa è sta­to pre­sen­ta­to il pro­gram­ma esti­vo riguardante il teatro del Vit­to­ri­ale. Ieri mat­ti­na, nel salone con­sil­iare del Palaz­zo comu­nale, il sin­da­co Alessan­dro Baz­zani, Rita Flo­ra Por­ret­ti (con­sigliere incar­i­ca­to), Mar­co Basile, lo scozzese-garde­sano Ter­ry Doyle (reg­ista del­la Bbc) e Dan­ny Hurft han­no illus­tra­to il cartel­lone delle man­i­fes­tazioni di Gar­done Riv­iera, con splen­di­da brochure del­l’a­gen­zia Doppi­ovu. «La ric­chez­za e il fas­ci­no del­la nos­tra local­ità — ha det­to la pro­fes­sores­sa Flo­ra — con­sistono nel­la var­ie­ga­ta diver­sità del pae­sag­gio, che va dal lago ai borghi stori­ci in col­li­na alle passeg­giate panoramiche. Abbi­amo quin­di pen­sato di val­oriz­zare l’in­tero ter­ri­to­rio, non solo il Vit­to­ri­ale, Vil­la Alba o l’el­e­gante lun­go­la­go, offren­do un’ampia gam­ma di even­ti: musi­ca clas­si­ca e con­cer­ti rock, dan­za, sagre, teatro dialet­tale e prosa, mostre di pit­tura e cap­ola­vori del cin­e­ma. In omag­gio alla con­cla­ma­ta inter­nazion­al­ità del nos­tro mer­ca­to tur­is­ti­co, che annovera ampie pre­sen­ze di ospi­ti da Ger­ma­nia e Inghilter­ra, sono state orga­niz­zate (per i pri­mi) le operette in lin­gua tedesca e (per i sec­on­di) musi­ca e poe­sia, oltre a incon­tri che si svol­ger­an­no a set­tem­bre, coor­di­nati da Ter­ry Doyle». Rita Flo­ra ha sot­to­lin­eato la neces­sità di unir­si con gli altri comu­ni del­la zona. «Bena­co clas­si­ca» — ha spie­ga­to — è un itin­er­ario musi­cale che col­le­ga Gar­done a Salò, Toscolano e Tig­nale. «Armonie sot­to la roc­ca» ci lega alla Valte­n­e­si, con ese­cu­tori di grande liv­el­lo: un even­to che si snoderà dal cap­puc­ci­no del­la mat­ti­na al not­turni­no, toc­can­do angoli sug­ges­tivi. Il «ProsaGardaFes­ti­val» di fine agos­to si spos­ta dal par­co del Vit­to­ri­ale a Vil­la Alba alle piazze, fer­man­dosi poi nel ter­ri­to­rio di Toscolano. La nos­tra sper­an­za è che siano final­mente maturi i tem­pi per una prog­et­tazione cul­tur­ale-tur­is­ti­ca capace di coin­vol­gere stret­ta­mente prog­et­ti e risorse. Ci siamo atti­vati per costru­ire un rap­por­to diret­to con gli oper­a­tori, chieden­do e offren­do aiu­to. La rispos­ta non sem­pre è sta­ta pos­i­ti­va. Però molti han­no capi­to e apprez­za­to». Il sin­da­co Baz­zani ha aggiun­to che nel 2006 bisogn­erà antic­i­pare i tem­pi, e che la stra­da per man­tenere le posizioni acquisite nel cam­po del tur­is­mo, se non addirit­tura acquisire nuovi tra­guar­di, sta nel­l’of­frire pro­gram­mi diver­si­fi­cati, coin­vol­gen­do tut­to il ter­ri­to­rio. Basile ha par­la­to del­la rasseg­na di prosa, che ha un filo con­dut­tore: l’o­mag­gio alla don­na, con Vale­ria Valeri, Patrizia Zap­pa Mulas, Guia Zap­poni, Lau­ra Curi­no, la reg­ista Sara Poli. A fine agos­to, in undi­ci gior­nate, si ter­ran­no 22 spet­ta­coli, con tre debut­ti nazion­ali: «Jok­er», «Tre voli» e «Le serve». Sen­za dimen­ti­care i quat­tro incon­tri di set­tem­bre-otto­bre, orga­niz­za­ti dal­la Asso­ci­azione «Non­soloot­tomar­zo», con donne che porter­an­no le loro espe­rien­ze: momen­ti di arte, let­ter­atu­ra, cin­e­ma e dan­za. Il gio­vane Dan­ny Hurft, del­la Asso­ci­azione Con­trasti, si è sof­fer­ma­to su «Rock on the rock», che si ter­rà dal 22 al 24 luglio al cam­po sporti­vo di San Michele, con ingres­so libero. Arriver­an­no una quindic­i­na di grup­pi da Sta­ti Uni­ti, Fran­cia, Inghilter­ra, Sco­zia, Kenya, Svizzera, Brasile, Svezia, Italia, Por­to­gal­lo e Bel­gio. Ter­ry Doyle, del­la Bbc, ormai diven­ta­to cit­tadi­no garde­sano, ha spie­ga­to i cinque incon­tri da lui orga­niz­za­ti, a com­in­cia­re da quel­lo di domani, lunedì 27, con Mar­co Preti, reg­ista e cam­era­man spe­cial­iz­za­to in doc­u­men­tari nei luoghi più stra­or­di­nari del mon­do: jungla, deser­ti, oceani, mon­tagne. La pre­sen­tazione del cal­en­dario è sta­ta ral­le­gra­ta dal­la pre­sen­za di Vio­la Cos­ta e Daniele Squassi­na che, in alto, sul­la bal­cona­ta in leg­no del salone, han­no let­to alcu­ni brani di Gabriele D’Annunzio.