CavalcaselleRispettato l’invito del prefetto ad accelerare l’apertura del manufatto a Cavalcaselle. Il nuovo cavalcavia collega la superstrada per Affi con la variante

Ex statale, si passa sulla rotonda

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Se è sta­ta San­ta Lucia a portare il taglio del nas­tro del pri­mo trat­to di vari­ante alla ex statale, ora regionale 11, ci ha pen­sato Pasqua a regalare al Bas­so Gar­da un’altra tap­pa ver­so una via­bil­ità più snel­la: è sta­to infat­ti aper­to al traf­fi­co il sovrap­pas­so sul­la roton­da di Cavalcaselle.Rispettata, dunque, l’indicazione del­la data usci­ta dal­la riu­nione con­vo­ca­ta a fine mar­zo a Verona dal prefet­to Italia For­tu­nati, che ave­va sol­lecita­to i tec­ni­ci di Anas, Vene­to Strade, Autostrade Bren­nero e Serenis­si­ma, nonché gli ammin­is­tra­tori locali, affinché si accel­erassero i tem­pi per gli inter­ven­ti nec­es­sari a pot­er uti­liz­zare l’infrastruttura. Subito dopo l’incontro in prefet­tura, tec­ni­ci e ammin­is­tra­tori ave­vano effet­tua­to un sopral­lu­o­go sul cav­al­cavia con­cor­dan­do l’operatività da seguire.Il cav­al­cavia col­le­ga diret­ta­mente la super­stra­da per Affi e il casel­lo dell’Autobrennero con la vari­ante alla statale 11, inau­gu­ra­ta appun­to il 13 dicem­bre scor­so, e quin­di il casel­lo autostradale di Peschiera. Per garan­tire non solo un mag­gior scor­ri­men­to ma anche la dovu­ta sicurez­za al traf­fi­co è sta­to real­iz­za­to un ral­len­ta­men­to per i veicoli in arri­vo dal­la super­stra­da, pro­prio nel trat­to di avvic­i­na­men­to alla roton­da di Cav­al­caselle e al suo sovrappasso.Il ral­len­ta­men­to e l’inserimento in un’unica cor­sia con­sente a chi arri­va di indi­vid­uare la direzione da seguire una vol­ta las­ci­a­ta la super­stra­da: seguire, cioè, il cav­al­cavia per diriger­si ver­so il casel­lo di Peschiera oppure scen­dere in roton­da da cui partono le diret­tri­ci per Verona, il cen­tro di Cav­al­caselle, , e le local­ità e i parchi del­la Garde­sana orientale.Ieri le prime impres­sioni degli addet­ti ai lavori sono state più che pos­i­tive: il ral­len­ta­men­to volu­to e indot­to dal­la seg­nalet­i­ca non ha comunque prodot­to le code che abit­ual­mente si for­mano in questi peri­o­di sulle varie diret­tri­ci in prossim­ità del­la roton­da. Subito dopo il pri­mo eso­do di autove­icoli atte­so in questi giorni di Pasqua, autorità e ammin­is­tra­tori si ritro­ver­an­no per anal­iz­zare la situ­azione alla luce dei dati rac­colti, come suol dirsi, sul campo.Salvo sor­p­rese, il sovrap­pas­so dovrebbe restare aper­to nei prossi­mi fine set­ti­mana fes­tivi e dunque sino al pri­mo mag­gio; quin­di sarà nuo­va­mente chiu­so per com­pletare le opere di illu­mi­nazione e sis­temazione dei guard-rail. L’apertura defin­i­ti­va avver­rà in ogni caso pri­ma del­la sta­gione estiva.

Parole chiave: