"Per un Garda migliore" è il tema di una festa che si terrà sabato prossimo 13 maggio, dalle ore 15 alle ore 17, presso Villa Tassinara di Rivoltella a conclusione della manifestazione Regionale EXPO Scuola-Ambiente 2000.

Expoambiente 2000

Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Per un Gar­da migliore” è il tema di una fes­ta che si ter­rà saba­to prossi­mo 13 mag­gio, dalle ore 15 alle ore 17, pres­so Vil­la Tassi­nara di Riv­oltel­la a con­clu­sione del­la man­i­fes­tazione Regionale Scuo­la-Ambi­ente 2000. In occa­sione di ques­ta man­i­fes­tazione sono sta­ti pre­sen­tati ed esposti i lavori real­iz­za­ti dagli alun­ni delle Scuole del ter­ri­to­rio garde­sano nel quadro delle attiv­ità che il svolge come servizio al ter­ri­to­rio. Una sor­ta di sag­gio finale per alcune inizia­tive riguardan­ti la for­mazione ambi­en­tale a diver­si liv­el­li e real­iz­zate sot­to for­ma di col­lab­o­razione con i docen­ti delle Scuole di 1 e 2 gra­do del­la spon­da bres­ciana del Gar­da. E pro­prio al ter­mine di tutte queste attiv­ità il Gar­da Uno ha volu­to offrire un momen­to pub­bli­co di pre­sen­tazione e di comu­ni­cazione dei per­cor­si for­ma­tivi real­iz­za­ti. Un prog­et­to pilota, attua­to nel cor­rente anno sco­las­ti­co, e real­iz­za­to con il coor­di­na­men­to del Prof. Adal­ber­to Da Cas­to ed in col­lab­o­razione con: Merid­i­ani di Tori­no (Asso­ci­azione Euro­pea per la Cul­tura) — Ing. F. Jarach; CNRIRSS di , sezione teler­il­e­va­men­to — Ing. E. Zil­i­oli; Con­sulen­ze Geo­logiche ed Ambi­en­tali di Riva (Tren­to) — Dott. V.Ceschini; Asso­ci­azione Indipen­den­te­mente (editrice di Dipende) arch. G. Vis­con­ti oltre ad altri esper­ti in diver­si campi del­la for­mazione ed infor­mazione. Il prog­et­to si è arti­co­la­to in unità didat­tiche iner­en­ti le seguen­ti tem­atiche: il ciclo inte­gra­to del­l’ac­qua ed il suo poten­ziale ener­geti­co; la ges­tione sosteni­bile del­la mate­ria: i rifiu­ti come risor­sa (, fonti ener­getiche alter­na­tive e rinnovabili).“Si è pun­ta­to sul coin­vol­gi­men­to oper­a­ti­vo degli stu­den­ti, affi­an­can­do la teo­ria alla prat­i­ca, le eserci­tazioni in classe e le uscite sul ter­ri­to­rio — ha spie­ga­to il pres­i­dente del­l’Azien­da Spe­ciale Gar­da Uno, Gui­do Maru­el­li -. Gli inter­ven­ti pre­visti per ogni tem­at­i­ca sono sta­ti arti­co­lati in una azione di affi­an­ca­men­to e di sup­por­to tec­ni­co sci­en­tifi­co ai docen­ti coin­volti, sec­on­do un cal­en­dario defini­to ed attua­to con le diverse scuole”. A questo momen­to finale e rias­sun­ti­vo, par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­ti­vo per gli alun­ni ed i loro gen­i­tori, sono invi­tate tutte le Autorità locali ed i Sin­daci dei Comu­ni ader­en­ti al Con­sorzio, a sosteg­no del­l’azione intrapre­sa dal Gar­da Uno che si pro­pone di diventare un motore di cam­bi­a­men­to pos­i­ti­vo nel tes­su­to sociale in cui opera, sui temi del­l’e­d­u­cazione ambi­en­tale e tutela del territorio.