Feralpi Group premiata come miglior “Grande Impresa non quotata”

26/11/2022 in Attualità
Parole chiave: -
Di Redazione

Fer­alpi Group si è aggiu­di­ca­ta l’Oscar di Bilan­cio come miglior “grande impre­sa non quo­ta­ta” con­seg­na­to da FERPI (Fed­er­azione Relazioni Pub­bliche Ital­iana), Bor­sa Ital­iana e Bocconi.

L’Oscar di Bilan­cio, giun­to alla 58a edi­zione che si è tenu­ta ieri sera, è l’appuntamento più atte­so dalle orga­niz­zazioni che han­no fat­to del­la trasparen­za un val­ore cen­trale del­la cul­tura azien­dale assieme alla capac­ità di ren­di­con­tare in modo com­ple­to i pro­pri impat­ti eco­nomi­ci, sociali e ambientali.

Fer­alpi ha ottenu­to il più alto riconosci­men­to – ques­ta la moti­vazione del­la giuria — gra­zie all’ottima inte­grazione del report­ing finanziario e non finanziario, allo svilup­po pun­tuale delle tem­atiche ESG e delle rel­a­tive metodolo­gie e all’applicazione del­la tas­sono­mia e del­la doppia mate­ri­al­ità anche in otti­ca for­ward look­ing. Non da ulti­mo, è sta­ta riconosci­u­ta un’efficace comu­ni­cazione e una buona nar­razione nonos­tante l’ampiez­za del­la doc­u­men­tazione, ele­men­to rende il bilan­cio ben più di un doc­u­men­to for­male, ma un eccezionale stru­men­to per raf­forzare la relazione con gli stakeholder.

«Per Fer­alpi – com­men­ta il pres­i­dente Giuseppe Pasi­ni – questo riconosci­men­to giunge lun­go un per­cor­so di ren­di­con­tazione delle per­for­mance non finanziarie che abbi­amo inizia­to volon­tari­a­mente vent’anni fa. Siamo sta­ti tra i first mover, soprat­tut­to nel set­tore del man­u­fac­tur­ing. Rin­novi­amo con­tin­u­a­mente un impeg­no che appar­tiene alla cul­tura ESG del­la nos­tra impre­sa e rap­p­re­sen­ta un pat­ri­mo­nio per l’azienda e per ogni suo stake­hold­er. Oggi le sfide che ci atten­dono come indus­tria man­i­fat­turi­era, dall’efficientamento ener­geti­co alla decar­boniz­zazione, devono trovare rispos­ta in azioni con­crete che, a loro vol­ta, van­no ricon­dotte nel­la gius­ta dimen­sione ren­di­con­ta­ti­va sec­on­do stan­dard di ogget­tiv­ità, com­pletez­za e trasparenza».

«Dec­linare la strate­gia ESG in obi­et­tivi, risul­tati e nuovi tar­get per gli anni a venire – sot­to­lin­ea Isabel­la Man­fre­di, Diret­tore Comu­ni­cazione, Relazioni esterne e CSR di Fer­alpi Group – rap­p­re­sen­ta un’identità val­o­ri­ale di chi ha trac­cia­to davan­ti a sé un per­cor­so sfi­dante in gra­do di unire sosteni­bil­ità e com­pet­i­tiv­ità. Non solo: sul fronte del­la ren­di­con­tazione è fon­da­men­tale essere al pas­so con i più alti stan­dard inter­nazion­ali ed è anche un fat­tore di respon­s­abil­ità. Per questo, nell’ultima Dichiarazione Volon­taria Con­sol­i­da­ta di Carat­tere Non Finanziario, abbi­amo volu­to includ­ere tas­sono­mia e doppia mate­ri­al­ità, raf­forzan­do lo svilup­po del­la nos­tra attiv­ità di report­ing. Siamo lieti che ques­ta scelta sia sta­ta un ele­men­to di forza che ci ha per­me­s­so di arrivare a questo Oscar di Bilancio».

L’impegno nel­la sosteni­bil­ità, nel­la trasparen­za dei dati e l’adeguata comu­ni­cazione sono dunque i fat­tori che han­no con­cor­so all’assegnazione del pre­mio al Grup­po, da tem­po impeg­na­to in attiv­ità di ren­di­con­tazione che van­no al di là dei sem­pli­ci obb­lighi nor­ma­tivi. Un per­cor­so avvi­a­to nel 2002 e che, nel 2004, ha vis­to Fer­alpi tra le prime imp­rese a redi­gere un Bilan­cio di sosteni­bil­ità fino al 2019, anno in cui Fer­alpi ha scel­to di redi­gere la Dichiarazione Volon­taria Con­sol­i­da­ta di carat­tere Non Finanziario, antic­i­pan­do le nor­ma­tive per fornire ai pro­pri stake­hold­er ele­men­ti com­pa­ra­bili e favorire così una sem­pre mag­giore trasparen­za sulle tem­atiche sociali e ambi­en­tali, oltre che economiche.

Infat­ti, sem­pre nell’ambito del­la pre­mi­azione dell’Oscar di Bilan­cio, Fer­alpi Group è sta­ta anche tra i final­isti del “Pre­mio Spe­ciale DNF”.

Parole chiave: -

Commenti

commenti