Memore di una passato troppo goliardico, anche il sindaco Matteotti inasprisce le multe per i getti d'acqua in spiaggia

Ferragosto: contro i gavettoni rimane alta la guardia

15/08/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

L’ul­ti­mo Fer­ragos­to «al gavet­tone» risale…al sec­o­lo scor­so. Ma il ricor­do delle incred­i­bili fol­lie ed anche di qualche grave episo­dio di inciviltà che foltissi­mi grup­pi di gio­vani (prove­ni­en­ti da tut­to il Bas­so Sar­ca) sono sta­ti capaci di fare negli anni Novan­ta è così vivo, che anche ieri, ormai per la quar­ta vol­ta con­sec­u­ti­va, il sin­da­co (ora Pao­lo Mat­teot­ti, pri­ma di lui ci ave­va pen­sato Mal­ossi­ni) ha diram­a­to l’or­di­nan­za che por­ta alla bellez­za di oltre 400 euro la con­travven­zione per chi oggi sul lun­go­la­go rivano si per­me­t­terà lo scher­zo idio­ta «di bagnare volon­tari­a­mente d’ac­qua o altro liq­ui­do — con sec­chi, pal­lonci­ni gon­fi­a­bili o altri con­teni­tori — pas­san­ti o uten­ti del­la spi­ag­gia non consenzienti».La moda dei gavet­toni di Fer­ragos­to, nata come gio­chet­to qua­si inno­cente tra ami­ci, era degen­er­a­ta qualche anno fa in aut­en­tiche «cac­ce al tur­ista» e c’er­a­no sta­ti anche episo­di gravi, con gente costret­ta a far­si medicare al Pron­to Soc­cor­so. Così il sin­da­co s’era trova­to costret­to ad inasprire (pro­prio per Fer­ragos­to) le sanzioni nei con­fron­ti dei male­d­u­cati goliar­di. La minac­cia di dover pagare salatis­sime multe, uni­ta a ser­rati con­trol­li dei vig­ili urbani e dei , era infine rius­ci­ta ad estir­pare la moda…Ma a scan­so di equiv­o­ci l’or­di­nan­za tor­na pun­tuale: i gavet­toni sono sem­pre puni­ti sul­la spi­ag­gia di Riva, ma a Fer­ragos­to costano parec­chio di più. Un deter­rente che ha avu­to successo.

Parole chiave: