Fervono i lavori a Gardaland Adventure Hotel: occuperà una superficie pari a 54 campi da tennis!

Parole chiave:
Di Redazione

Fer­vono i lavori a Adven­ture Hotel ed è ormai defin­i­ti­vo lo stile del­la nuo­va offer­ta ricetti­va di Garda­land Resort, che aprirà al suo pub­bli­co il prossi­mo giug­no.

Numeri da capogiro per la sec­on­da grande strut­tura tur­is­ti­ca del cele­bre Resort dove, dalle opere ingeg­ner­is­tiche fino all’ideazione e alla prog­et­tazione esec­u­ti­va delle 100 camere tem­atiz­zate, nul­la è sfug­gi­to ad un team di pro­fes­sion­isti alta­mente qual­i­fi­cati, impeg­nati da mesi in uno sfor­zo corale.

La strut­tura in sé ha dimen­sioni con­sid­erevoli: la super­fi­cie totale occu­pa­ta dal nuo­vis­si­mo Garda­land Adven­ture Hotel è di 15.000 metri quadri, equiv­alen­ti a 54 campi da ten­nis!

Per la sola ideazione e la prog­et­tazione esec­u­ti­va delle camere tem­atiz­zate sono state imp­ie­gate più di 18.000 ore di lavoro. Sen­za tralas­cia­re alcun det­taglio, tut­to è sta­to real­iz­za­to con la mas­si­ma cura: dal pavi­men­to alle pareti, dal sof­fit­to agli arre­di, fino ad arrivare ai più pic­coli acces­sori.

Quat­tro le diverse ambi­en­tazioni svilup­pate per le camere, ognuna ispi­ra­ta ad un’area tem­at­i­ca del Par­co. Sarà emozio­nante las­cia­r­si per­vadere dal­la sen­sazione di trovar­si tra le liane del­la fores­ta bir­mana, sco­prire tem­pli di antiche civiltà oppure, a fine gior­na­ta, cus­todire i pro­pri tesori in un vec­chio baule da esploratore nel­la cam­era Jun­gle Adven­ture. Oppure affrontare i ghi­ac­ci peren­ni del Polo Nord come un audace esploratore e ritrovare un vero igloo nel­la cam­era Arc­tic Adven­ture. O, anco­ra, vivere un’avventura da “Mille e una notte” nell’affascinante atmos­fera ori­en­ta­leg­giante del­la cam­era Ara­bi­an Adven­ture sot­to lo sguar­do di Aladi­no, il genio del­la lam­pa­da.

Coin­vol­gerà non solo i ragazzi ma anche tut­ta la famiglia la cam­era Wild West Adven­ture all’interno del­la quale si respir­erà l’autentica atmos­fera del West. Ci si ritro­verà cat­a­pul­tati nel­la cel­la del­lo scer­if­fo dal­la quale un fug­gi­ti­vo è eva­so las­cian­do dietro di sé numerose trac­ce per la più rocam­bo­lesca delle avven­ture: sbarre pie­gate, un cuni­co­lo rica­va­to nel muro di mat­toni, la carovana con la quale fugge, le bot­ti, il lazo e il cap­pel­lo.

Immedes­i­mar­si nel ruo­lo di gran­di o pic­coli cow­boy, dormire in una diver­tente pri­gione e provare la sen­sazione di fre­quentare i carat­ter­is­ti­ci pae­sag­gi west­ern… è solo una delle tante avven­ture riprodotte all’interno di Garda­land Adven­ture Hotel!

Gran­dis­si­mo lavoro per i lab­o­ra­tori scenografi­ci di Garda­land dove nul­la è sta­to las­ci­a­to al caso.

Per ricreare le ambi­en­tazioni tem­atiz­zate di Garda­land Adven­ture Hotel sono state real­iz­zate alcune camere cam­pi­one; giorno dopo giorno le stanze han­no così pre­so for­ma, i det­tagli emozion­ali han­no inizia­to a con­cretiz­zarsi ricre­an­do atmos­fere avven­tur­ose di mon­di lon­tani. “La real­iz­zazione prat­i­ca delle camere ha inter­es­sato pri­ma di tut­to la posa del rives­ti­men­to delle pareti, poi la ripro­duzione dell’effetto a sec­on­da del­la tem­atiz­zazione” – con­fer­ma Gian­lu­ca Ghe­di­ni, Cre­ative Man­ag­er Garda­land che pros­egue: “Occorre model­lare, scolpire, ripro­durre, real­iz­zare opere pit­toriche e instal­lare gra­fiche per­son­al­iz­zate. Suc­ces­si­va­mente si pas­sa alla posa del pavi­men­to e all’installazione di arre­di, luci e acces­sori.”

Nel caso speci­fi­co del­la cam­era Wild West Adven­ture, per la par­ti­co­lar­ità dell’arredamento, ci si è affi­dati all’estro del Cre­ative Man­ag­er Garda­land che ha dis­eg­na­to lam­pade e com­ple­men­ti, fat­ti real­iz­zare, poi, su misura. Qualche esem­pio? Il por­ta valigie all’interno di ogni cam­era è com­pos­to da due vere bot­ti in stile west­ern men­tre il let­to mat­ri­mo­ni­ale richia­ma il clas­si­co car­ro dei pio­nieri. Gli acces­sori di deco­ro sono tipi­ci dell’epoca: ruote di car­ri, fer­ri di cav­al­lo, cap­pel­li da cow­boy… persi­no uno spec­chio “want­ed” con tan­to di baf­fo e fin­to tes­chio di bufa­lo.

Garda­land Adven­ture Hotel promette un’esperienza asso­lu­ta­mente uni­ca e offre la pos­si­bil­ità di vivere le stesse atmos­fere, emozioni e sen­sazioni pro­poste nelle aree tem­atiche più impat­tan­ti del Par­co — com­men­ta Aldo Maria Vigevani, Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to di Garda­land. “Siamo cer­ti che, con questo impor­tante inves­ti­men­to, la nos­tra vocazione tur­is­ti­ca crescerà, sia sul fronte ital­iano e soprat­tut­to su quel­lo estero”.

Con­quistare, sor­pren­dere e coin­vol­gere i pro­pri Ospi­ti in modo uni­co e spe­ciale, con­durli ver­so espe­rien­ze sen­za uguali… Ques­ta è la mis­sion di Garda­land, da sem­pre atten­to alle esi­gen­ze del suo pub­bli­co. Ecco per­ché Garda­land Adven­ture Hotel — com­pos­to da due diver­si padiglioni — pun­ta non solo a regalare impreved­i­bili avven­ture ma pen­sa anche a… stuzzi­care l’appetito per una par­ti­co­laris­si­ma cena! Non saran­no, infat­ti, solo le camere ad essere tem­atiz­zate ma, nel sec­on­do padiglione, sorg­erà l’originalissimo ris­torante intera­mente tem­atiz­za­to — Tutankha­mon Restau­rant — che con­sen­tirà, anche a chi non sog­gior­na in Hotel, di cenare tra le mura di un anti­co e impo­nente tem­pio egizio e di sco­prire il sapore di otti­mi piat­ti in una coin­vol­gente atmos­fera.

Nel frat­tem­po Garda­land Resort si prepara ad aprire la nuo­va sta­gione 2016 il prossi­mo 24 mar­zo, il giovedì di Pasqua.

 

Parole chiave: