L’appuntamento di fine mese nel borgo medievale

Festa dei fiori a Castellaro: una mostra per cominciare

Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Già da domeni­ca nel bor­go medio­e­vale di Castel­laro Lagusel­lo di Mon­zam­bano si potrà com­in­cia­re ad ass­apo­rare il gus­to del­la fes­ta dei fiori che entr­erà nel vivo l’ultimo week end del mese. Sarà infat­ti aper­ta la mostra «Flo­ra e fau­na dell’anfiteatro moreni­co del Gar­da», frut­to del lavoro di ricer­ca di fotografi e nat­u­ral­isti del­la zona. Un anticipo di quan­to ha orga­niz­za­to per ques­ta 12ª edi­zione l’associazione cul­tur­ale Ami­ci di Castel­laro, con il patrocinio delle Province di Man­to­va, Bres­cia, Verona e di altri enti pub­bli­ci. Una fes­ta ormai col­lau­da­ta che richia­ma ogni anno migli­a­ia di vis­i­ta­tori prove­ni­en­ti in par­ti­co­lare dal­la Lom­bar­dia, dal Vene­to, dal Trenti­no, dall’Emilia Romagna e dal fre­quen­tatis­si­mo baci­no tur­is­ti­co garde­sano. L’originalità del­la fes­ta con­siste non soltan­to nelle ban­car­elle dis­sem­i­nate all’interno del cen­tro stori­co che pre­sen­tano ogget­ti che han­no relazione con il fiore, dalle stampe antiche alle ceramiche, dal miele ai vetri, dai lib­ri agli erbari, dai bon­sai alle essen­ze, ma soprat­tut­to nell’arredo del paese, con piante, abusti e fiori, sec­on­do un prog­et­to che cer­ca di val­oriz­zarne ogni ango­lo. La fes­ta si aprirà uffi­cial­mente il 25 aprile, alle ore 9.30, con un impor­tante con­veg­no ded­i­ca­to a «I luoghi del­la memo­ria — Un pat­ri­mo­nio da tute­lare e val­oriz­zare», al quale han­no dato la loro ade­sione i rap­p­re­sen­tan­ti delle Province di Man­to­va, Bres­cia, Verona e alcu­ni stu­diosi. Domeni­ca 27 aprile, il comi­ta­to per il Par­co delle orga­nizzerà invece una tavola roton­da sul grande prog­et­to del par­co: un’opportunità da non perdere. Le inizia­tive sono pro­gram­mate con il patrocinio del­la e con la col­lab­o­razione del­la Fed­er­azioni delle asso­ci­azioni garde­sane cul­tura e ambi­ente. Per la fes­ta dei fiori, il cen­tro stori­co di Castel­laro sarà arreda­to per otto giorni, però si ani­merà con la pre­sen­za degli espos­i­tori e dei musi­ci soltan­to dal 25 al 27 aprile, dalle ore 10 alle 20.