La Festa del Lago è giunta quest'anno alfa ventiseiesima edizione essendo stata istituita dai marainai di Lazise e Pacengo nel lontano 1974.

Festa dei marinai gardesani

12/05/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
s.b.

Pacen­go. La Fes­ta del Lago è giun­ta quest’an­no alfa ven­ti­seies­i­ma edi­zione essendo sta­ta isti­tui­ta dai marainai di Lazise e Pacen­go nel lon­tano 1974. Si svol­gerà com’è ormai tradizione al por­to di Pacen­go, nel­la grande piaz­za di fronte al lago, rigogliosa di verde e tram­poli­no di «lan­cio» di moltissime imbar­cazioni ver­so il lago aperto.L’appuntamento con i mari­nai di tutte le sezioni del­la riv­iera veronese del domeni­ca alle ore 9,45 nel­la grande piaz­za Sen­a­tore Alber­ti, di fronte al nuo­vo mon­u­men­to ai cadu­ti. Qui ci sarà l’alz­a­bandiera e da qui poi par­tirà la sfi­la­ta con tut­ti i labari delle sezioni pre­sen­ti per il porto.La sfi­la­ta sarà accom­pa­g­na­ta dalle note del cor­po ban­dis­ti­co del­la cit­tà di Peschiera del Gar­da sot­to la gui­da del pacengh­ese mae­stro Con­soli­ni. Alle 10,30 è pre­vista la cel­e­brazione del­la san­ta Mes­sa con la cel­e­brazione del par­ro­co di Pacen­go Don Ser­gio Fratucello.A con­clu­sione del rito, una grossa imbar­cazione par­tirà dal por­to per portare al largo i mari­nai del grup­po Leonel­lo Paroli­ni, i quali lascer­an­no cadere nelle acque del lago una coro­na di alloro in memo­ria di quan­ti sono cadu­ti nel­l’adem­pi­men­to del pro­prio dovere di fedeltà alla patria.Alla cer­i­mo­nia sarà pre­sente il sin­da­co Luca Sebas­tiano e l’am­mi­raglio Cesare Crepal­di con­sigliere nazionale del­l’As­so­ci­azione Mari­nai d’I­talia. Al rien­tro in por­to del­l’im­bar­cazione sarà offer­to a tut­ti i pre­sen­ti un rinfresco.

Parole chiave: