Capodanno 2003: il Comitato Manifestazioni ha programmato tutto

Festa in piazza di notte, tuffi di giorno

24/12/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

Ricor­date anco­ra quan­to è suc­ces­so ad agos­to durante la “”? Avete anco­ra in mente lo spet­ta­co­lo dei fuochi d’ar­ti­fi­cio nel gol­fo di Riva, la gente per le strade, la fia­ba, i bam­bi­ni, le giostre e lo spet­ta­co­lo che per quat­tro giorni han­no ani­ma­to la città?Bene, se vi siete diver­ti­ti allo­ra non potrete non far­lo il 31 dicem­bre ulti­mo giorno del 2002. Il Comi­ta­to Man­i­fes­tazioni Rivane, infat­ti, è pron­to per ripro­porre la gran fes­ta di Piaz­za Tre Novem­bre a base di musi­ca, suoni, danze spumante e… tan­ta alle­gria! Il di Fia­ba, come è noto, è un sup­ple­men­to di fes­teggia­men­ti per chi — oltre ad essere un pati­to di fuochi d’ar­ti­fi­cio e altre tipiche pro­poste del­la più popo­lare fes­ta esti­va del lago — è anche con­vin­to che sot­to le stelle, fred­do o non fred­do, è sempre…più bel­lo. Dalle ore 22 in Piaz­za Tre Novem­bre inizierà la fes­ta nel salot­to del­la cit­tà, con riti, suoni e con­fu­sioni che cul­min­er­an­no con lo spet­ta­co­lo dei fuochi d’ar­ti­fi­cio pro­posti dal­la dit­ta Martarel­lo di Arquà Pole­sine, la stes­sa che da anni pro­pone i fuochi in occa­sione del­la Notte e del­la Mez­zan­otte di Fia­ba. Una gran veg­lia all’aper­to per aspettare la Mez­zan­otte e poi accom­pa­gnare le prime ore del nuo­vo anno, men­tre i temer­ari che fes­tegger­an­no l’1 gen­naio con tuffo a lago…saranno già men­tal­mente concentrati.Ma tor­ni­amo alle bol­licine di mez­zan­otte, che servi­ran­no a dare uno “spumeg­giante” ben­venu­to al 2003 al rit­mo del­la musi­ca mes­sa in onda dai DJ e trasmes­sa in diret­ta dal­l’emit­tente radio­fon­i­ca DIGI-ONE The New Radio. Il tut­to immer­si nel­l’al­le­gria del­la Piaz­za che si ani­merà come di con­sue­to sin oltre lo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co, che avrà inizio a mez­zan­otte e un quar­to pre­ciso, quan­do il gol­fo di Riva s’il­lu­min­erà per ven­ti minu­ti di cas­cate mul­ti­col­ori dal cielo.Terminato lo spet­ta­co­lo, però, la fes­ta con­tin­ua. Nelle casette del­l’or­ga­niz­zazione si potrà acquistare lo spumante, del­la cioc­co­la­ta cal­da, del vim brulè, sorseg­gia­re un bom­bardi­no o man­gia­re del panet­tone fin che se n’avrà voglia, mag­a­ri aspet­tan­do il tuffo di Capo­dan­no (non orga­niz­za­to dal Comi­ta­to Man­i­fes­tazioni Rivane, ben­sì da un grup­po di ardi­men­tosi rivani) che avver­rà al Par­co del Bro­lio con ritro­vo dei parte­ci­pan­ti dalle 10 al mat­ti­no. Chi vuole assis­tere sia pun­tuale, per­ché se il fred­do sarà pun­gente (e lo sarà cer­ta­mente) anche il tuffo sarà… “rapido”!Appuntamento in Piaz­za Tre Novem­bre, dunque, mart­edì 31 dicem­bre 2002 per un Capo­dan­no da Fia­ba: pri­ma di notte e poi di giorno. Con una sola rac­co­man­dazione. Man­tenere l’eu­fo­ria nei bina­ri dell’educazione.

Parole chiave: