Sarà sicuramente una delle feste più singolari del lago di Garda quella che verrà proposta a Padenghe sul Garda nel prossimo fine settimana

Festa medievale a Padenghe

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Sarà sicu­ra­mente una delle feste più sin­go­lari del quel­la che ver­rà pro­pos­ta a Padenghe sul Gar­da nel prossi­mo fine set­ti­mana. Una “Fes­ta medievale” che inter­esserà tut­to il cen­tro stori­co ed il sovras­tante mag­nifi­co castel­lo risalente all’incirca ad X sec­o­lo come recet­to per gli abi­tan­ti in caso di assalto. “Padenghe anti­ca” è il tito­lo di ques­ta pri­ma edi­zione, che si ter­rà nei giorni 17–18-19 agos­to, e che vedrà fra le numerose pro­poste quel­la di un tor­neo delle con­trade. L’organizzazione spet­ta all’assessorato allo sport e tem­po libero, ret­to da Gio­van­ni Squassi­na, in col­lab­o­razione con la Polisporti­va Vighen­zi, il Grup­po e Gio­vani, l’Assessorato alla Cul­tura e le con­trade stesse. Alla trasfor­mazione del Cen­tro stori­co in cen­tro medievale sono chia­mati ha parte­ci­pare un po’ tut­ti, anche in cos­tu­mi d’epoca o sim­i­lari. Ven­erdì sera alle ore 20.00 il pro­gram­ma prevede l’apertura del mer­ca­to medievale con degus­tazione dei sapori antichi nelle tav­erne allestite per le vie del cen­tro stori­co. Alle ore 21 toc­cherà a giullari, men­estrel­li e can­tas­to­rie intrat­tenere i pre­sen­ti fino a quan­do pren­derà il via la rap­p­re­sen­tazione in cos­tume “proces­so alla stre­ga”. Per le vie del paese, e sin dalle ore 10.00 del mat­ti­no, oper­eran­no “antichi” pit­tori corte, nel trasporre su tela luoghi e situ­azioni legate all’evento.Per saba­to 18 rimane fis­sa­ta l’apertura del mer­ca­to medievale e delle tav­erne men­tre alle ore 21.00 pres­so il castel­lo vi sarà il raduno degli sbandier­a­tori dei Cav­a­lieri di San Gior­gio di Chiar­avalle che poi scen­der­an­no in paese attra­ver­san­do vie e con­trade per rag­giun­gere piaz­za d’Annunzio. Alle ore 22.00 toc­cherà ai cav­a­lieri delle varie con­trade con­tender­si il Pri­mo Palio delle Con­trade. Domeni­ca, gior­na­ta finale alle ore 20.00 nel chiostro del comune si ter­rà l’esposizione delle opere real­iz­zate dagli antichi pit­tori di corte. Non mancher­an­no gli stands gas­tro­nomi­ci con pro­poste culi­nar­ie di un tem­po real­iz­zate da parte delle sin­gole con­trade con par­ti­co­lare riguar­do al pesce di lago accom­pa­g­na­to dai vini DOC del­la zona. “Spero che riesca nel migliore dei modi – affer­ma il sin­da­co Gian­car­lo Alle­gri – come del resto appaiono tut­ti i pre­sup­posti in tal sen­so. Una fes­ta sper­i­men­tale ques­ta in quan­to real­iz­za­ta, pera la pri­ma vol­ta a Padenghe, con l’interessamento di tut­ti quan­ti otte­nen­done piena disponi­bil­ità. Se otter­re­mo i risul­tati sperati questi saran­no cer­ta­mente un vali­do las­ci­a­pas­sare per l’avvenire e per la prossi­ma edi­zione”. Per l’occasione tut­to il cen­tro stori­co sarà chiu­so al traf­fi­co veico­lare. Per chi intende pros­eguire ver­so Soiano prove­nen­do dal lago o da Lona­to vi sarà la nuo­va mini­cir­con­va­l­lazione del cam­po sporti­vo; per chi arri­va da Bedi­z­zole vi sarà la nuo­va tan­gen­ziale che con­duce sia al lago che a Lona­to ed ai parcheg­gi del cen­tro storico.

Parole chiave: