Soddisfazione per la manifestazione e l’inaspettata affluenza

Festa medievale da record: 10 mila persone in due giorni

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Padenghe sul Garda

Fol­la incred­i­bile, lo scor­so fine set­ti­mana, a Padenghe per la grande fes­ta medievale che ha cer­ca­to di rac­con­tare un pez­zo di sto­ria del paese. In due giorni la man­i­fes­tazione è sta­ta applau­di­ta da più di 10 mila per­sone. Numeri da record per il paese garde­sano, un’affluenza inaspet­ta­ta che ha riem­pi­to di sod­dis­fazione gli orga­niz­za­tori. La man­i­fes­tazione, alla sec­on­da edi­zione, sul­la felice scor­ta del grande suc­ces­so ottenu­to già l’an­no scor­so, ha por­ta­to nel­l’in­can­tev­ole cen­tro stori­co del paese, addob­ba­to a dovere, cav­a­lieri, musi­ci, tram­polieri, e sbandier­a­tori che, al suono dei tam­buri e alla luce delle fiac­cole, han­no intrat­tenu­to i pre­sen­ti con numeri di abil­ità, giochi e sfi­late. «In ver­ità, il nos­tro obbi­et­ti­vo, — rac­con­ta Gian­ni Squassi­na, l’asses­sore al Tur­is­mo, allo Sport e al Tem­po libero, qui in qual­ità di prin­ci­pale orga­niz­za­tore — era quel­lo di pro­porre una inizia­ti­va capace di far parte­ci­pare l’in­tero paese alla con­di­vi­sione di una stes­sa bel­la espe­rien­za. Ed è per questo moti­vo, pro­prio per incre­mentare la coe­sione tra le varie zone ter­ri­to­ri­ali in cui è divi­so il nos­tro comune, trop­po spes­so sep­a­rate da prob­le­mi diver­si e da diverse esi­gen­ze, che quest’an­no abbi­amo pen­sato di intro­durre un tor­neo in cui le con­trade potessero incon­trar­si e mis­urar­si in varie com­pe­tizioni». La man­i­fes­tazione, infat­ti, ha coin­volto Monte, Pratel­lo, Cen­tro e Tor­ri­cel­la, le quat­tro con­trade storiche di Padenghe, in una serie di sfide per la con­quista del Palio. Inau­gu­ra­ta saba­to con l’e­si­bizione degli sbandier­a­tori che han­no introdot­to il pri­mo turno di gare, la fes­ta medievale è con­tin­u­a­ta il giorno suc­ces­si­vo con la cer­i­mo­nia di investi­tu­ra dei cav­a­lieri e la benedi­zione dei loro destri­eri, per con­clud­er­si con l’ap­pun­ta­men­to del grande tor­neo equestre, in cui i cav­a­lieri degli opposti schiera­men­ti, sorteggiati a rap­p­re­sentare le quat­tro con­trade e con­trad­dis­tin­ti da diver­si col­ori a ricor­dare il grup­po di apparte­nen­za, si sono mis­urati in una serie di sfide spet­ta­co­lari, che han­no tenu­to con il fia­to sospe­so il numeroso pub­bli­co giun­to nel­l’im­provvisa­ta are­na del cam­po sporti­vo. La som­ma totale dei pun­teg­gi, ottenu­ti nel cor­so delle com­pe­tizioni del­la pri­ma e del­la sec­on­da gior­na­ta, ha dec­re­ta­to la vit­to­ria del­la con­tra­da Tor­ri­cel­la, a cui è sta­to asseg­na­to il Palio des­ti­na­to a rimanere nel­la sua sede almeno fino all’an­no prossi­mo. «L’am­min­is­trazione comu­nale — con­tin­ua l’asses­sore — si è data molto da fare pur di invitare le varie asso­ci­azioni e i vari enti oper­an­ti a liv­el­lo locale a una for­ma di vicen­de­v­ole col­lab­o­razione». La man­i­fes­tazione, infat­ti, è sta­ta resa pos­si­bile gra­zie all’im­peg­no del­la Pro loco, del­la Polisporti­va G.B. Vighen­zi, del­la Par­roc­chia, del Grup­po , del Grup­po Gio­vani e dei Comi­tati delle con­trade, che han­no uni­to le forze e, insieme, han­no lavo­ra­to per intrat­tenere i numerosi ospi­ti con sfi­late in cos­tume, per coin­vol­ger­li nei momen­ti più solen­ni ed in quel­li un po’ meno seri, e per ingolosir­li con le spe­cial­ità culi­nar­ie preparate nel pieno rispet­to delle più antiche tradizioni gas­tro­nomiche locali. «Che poi la nos­tra inizia­ti­va abbia riscos­so un tale suc­ces­so — con­fes­sa Squassi­na, anco­ra incred­u­lo da tan­ta affluen­za di pub­bli­co — non fa altro che assec­on­dare la nos­tra inten­zione di far diventare la fes­ta medievale un appun­ta­men­to fis­so del cal­en­dario delle man­i­fes­tazioni estive del nos­tro comune». E per non smen­tire ques­ta affer­mazione, l’asses­sore con­fes­sa che gli orga­niz­za­tori han­no già in cantiere alcune pro­poste per l’edi­zione del­l’an­no prossi­mo. Intese ad arric­chire la man­i­fes­tazione e a ren­dere ancor più alle­gro lo spir­i­to del­la festa.

Parole chiave: