«Lago di Garda in tavola» è l’inedita iniziativa presentata ieri alla Camera del Commercio di Verona: una proposta per valorizzare il pesce di lago promovendo così tutti gli altri sapori e il territorio

Feste e assaggi per due mesi in 12 comuni

Di Luca Delpozzo
(b.b.)

«Lago di Gar­da in tavola» è l’inedita inizia­ti­va pre­sen­ta­ta ieri alla Cam­era del Com­mer­cio di Verona: una pro­pos­ta per val­oriz­zare il pesce di lago pro­moven­do così tut­ti gli altri sapori e il ter­ri­to­rio. Si trat­ta di 60 giorni, tra feste e degus­tazioni anche gra­tu­ite, durante i quali 35 locali offriran­no menù fis­si e a scelta, a prezzi acces­si­bili, a base di , tro­ta, lavarel­lo, sar­dine, luc­cio, per­si­co, anguil­la, tin­ca, cavé­dano e alborel­la, otti­mo pesce di lago pesca­to dal­la Coop­er­a­ti­va agri­co­la fra pesca­tori di Gar­da, abbina­to a e olio del­la Riv­iera degli olivi. Questo mis­to lago, che esor­disce ven­erdì 23 giug­no a Bar­dolino e si con­clude il 7 agos­to a Pas­tren­go, è un’iniziativa pro­mossa dal­la Con­f­com­mer­cio e mette in rete i locali di sette comu­ni riv­ieraschi: Peschiera, Lazise, Bar­dolino, Gar­da, Tor­ri, Bren­zone e Mal­ce­sine; di quat­tro dell’entroterra: Affi, Cavaion, Coster­mano e Pas­tren­go, nonché il capolu­o­go Verona. L’iniziativa è sta­ta idea­ta da Fran­co Rama, pres­i­dente del­la Con­f­com­mer­cio com­pren­so­rio Bal­do Gar­da, che l’ha pre­sen­ta­ta con Fer­nan­do Moran­do, e Gior­gio Sar­tori, rispet­ti­va­mente pres­i­dente, rap­p­re­sen­tante gio­vani e seg­re­tario Con­f­com­mer­cio, Dion­i­sio Brunel­li asses­sore all’agricoltura del­la Provin­cia, Pao­lo Mon­ese vicepres­i­dente di Veron­afiere e Bep­pino Mon­ese pres­i­dente del­la Coop­er­a­ti­va pesca­tori, tut­ti coin­volti in questo even­to. «Il pesce di lago è un ali­men­to sem­plice, sano e ric­co di pro­pri­età salutis­tiche che va conosci­u­to, è un ambas­ci­a­tore del­la cuci­na veronese che i nos­tri ris­tora­tori pos­sono pro­porre abbina­to ai nos­tri migliori vini, a prezzi acces­si­bili: da un min­i­mo di 20 a una mas­si­mo di 40 euro», assi­cu­ra Moran­do. E Rama: «C’è persi­no una piz­za a base di pesce del Gar­da, idea­ta da un locale di Bar­dolino». Per lan­cia­re «Lago di Gar­da in tavola» sono state stam­pate migli­a­ia di locan­dine con infor­mazioni pre­cise sui Comu­ni e i locali ader­en­ti e sulle man­i­fes­tazioni con degus­tazioni. Per far venire l’acquolina in boc­ca, sono state inserite pure due ricette. Quel­la a base di car­pi­one è uni­ca: «Per­ché il car­pi­one», dice Mon­ese, «si pesca solo nel Gar­da». Moti­vo in più per accel­er­are i tem­pi di alcune oper­azioni: «Sti­amo lavo­ran­do per ottenere la denom­i­nazione di orig­ine pro­tet­ta (Dop) del pesce di lago», annun­cia Valente, «e per il 2009 inserire­mo in Euro­carne un com­par­to pesce, in cui questo prodot­to garde­sano sarà rap­p­re­sen­ta­to». «Intan­to parte quest’iniziativa», spie­ga Rama, «di cui la ris­torazione è sin­te­si, per­ché stru­men­to per val­oriz­zare prodot­ti e ter­ri­to­rio garde­sano anche attra­ver­so man­i­fes­tazioni nuove». Il 23 giug­no a Gar­da ci sarà la fes­ta dei pit­tori orga­niz­za­ta dal cir­co­lo artis­ti­co la Car­i­ca. «I pit­tori dipinger­an­no lago ed entroter­ra facen­do poi una car­rel­la­ta dei quadri e aspet­tan­do la notte. Quel­la sera ci sarà anche la notte sot­to le stelle, un’ usci­ta in bar­ca con i pesca­tori da Gar­da a Lazise, con rin­fres­co nel por­tic­ci­o­lo a base di pesce di lago e vino Bar­dolino. Il 24, a San­drà di Castel­n­uo­vo, ecco la passeg­gia­ta a cav­al­lo e con car­rozze tra lago e terre moreniche, con spunti­no a base di pesce lacus­tre. L’8 e il 9 luglio a Mal­ce­sine si fa cop­pia con tur­is­mo e sapori in col­lab­o­razione con la Provin­cia. A Tor­ri il 13 è sta­to stu­di­a­to un ined­i­to galà con con­cer­to New Orleans al chiaro di luna. Il 22 a Peschiera degus­tazione gra­tui­ta al ter­mine del . Si chi­ude a Pas­tren­go tra il 4 e il 7 agos­to, Sagra di San Gae­tano, con menù a base di pesce di lago e musi­ca in col­li­na. Degus­tazioni libere si ten­gono a Verona e a Bar­dolino tut­ti i ven­erdì dalle 18 in alcu­ni locali. (info: Clau­dio Rama 349.222.8926).