La popolare e avvenente show girl Elenoire Casalegno condurrà lo spettacolo che conclude il tour canoro itinerante che anche quest’anno ha toccato tredici note località del lago di Garda e del suo entroterra incontrando un grande favore di pubblico e di c

Festival del Garda. Un prestigioso palcoscenicoper tanti giovani

Di Luca Delpozzo
di Stefano Joppi

Ulti­mo atto del , ques­ta sera alle 21, nell’ex par­co ippi­co di Toscolano Mader­no. Lo spet­ta­co­lo itin­er­ante, dopo tredi­ci tappe nei cen­tri del­la riv­iera bena­cense e dell’immediato entroter­ra, chi­ude il sipario sul­la dodices­i­ma edi­zione di un tour che si pone l’obiettivo di val­oriz­zare gio­vane promesse alla ricer­ca del­la ribalta.Una vet­ri­na impor­tante non solo per il segui­to di pub­bli­co di piaz­za ma anche e soprat­tut­to per il pas­sag­gio tele­vi­si­vo nazionale garan­ti­to dal­la ripresa del­la ser­a­ta finale dalle tele­camere di Raidue per la regia di Fran­co Bian­ca. Emit­tente di Sta­to che man­derà in onda, in for­ma inte­grale, la reg­is­trazione del­la finale mer­coledì 12 set­tem­bre con inizio alle 23. Un giorno d’anticipo, rispet­to alla pro­gram­mazione prece­dente, per evitare l’accavallamento con la diret­ta del­la nazionale di bas­ket in cal­en­dario il 13.A con­durre il Fes­ti­val del Gar­da sarà la popo­lare show­girl Elenoire Casaleg­no, da più di dieci anni sug­li scher­mi tele­vi­sivi dap­pri­ma come spal­la di Rai­mon­do Vianel­lo nel­la trasmis­sione sporti­va «Press­ing» poi come con­dut­trice di «Scherzi a parte», Fes­ti­val­bar e tan­ti altri pro­gram­mi musi­cali. Al suo atti­vo anche una tournée a teatro con la com­me­dia bril­lante «Uomi­ni sull’orlo di una crisi di nervi».Un’artista a tut­to ton­do che al Fes­ti­val del Gar­da, già pre­sen­ta­to nel 2004 a Lazise, sarà sup­por­t­a­ta dalle incur­sioni dei cabaret­tisti Gian Piero Per­one, Rober­to De Marchi (ha parte­ci­pa­to a Fan­tas­ti­co 7 con Bau­do e recen­te­mente a «Paperis­si­ma Sprint» e «Bul­doz­er») e Lucio Gardin, quest’ultimo autore dei testi tele­vi­sivi al pari di Enri­co Bianchini.Uno spet­ta­co­lo che pur con­ser­van­do il for­mat pre­sen­ta­to nei cen­tri del Gar­da sarà arric­chi­to dal­la pre­sen­za di per­son­ag­gi noti al grande pubblico.A par­tire da , da tem­po trasfer­i­tasi sulle sponde del Benà­co e ora più get­to­na­ta come star tele­vi­si­va che per i mer­i­ti in ambito operi­s­ti­co. Tra gli ospi­ti d’onore anche un attore tra i più dotati e apprez­za­ti del panora­ma ital­iano: Gian­car­lo Giannini.Alle spalle una lun­ga e ric­ca car­ri­era, durante la quale ha saputo inter­pretare un’ampia gam­ma di per­son­ag­gi, diver­sis­si­mi tra loro, gra­zie alla sua stra­or­di­nar­ia ver­sa­til­ità, che gli ha con­sen­ti­to di pas­sare dal pro­le­tario al boss mafioso, dal­la com­me­dia al dram­ma, uti­liz­zan­do con dis­in­voltura anche numero­sis­si­mi dialet­ti, merid­ion­ali e settentrionali.Non mancher­an­no le sor­p­rese soprat­tut­to nel cam­po del body paint­ing, l’arte di dipin­gere i cor­pi, con la toscana Fiorel­la Scate­na, il milanese Flavio Bosco e la veneziana Ele­na Tagli­api­etra al lavoro nel trasfor­mare in un’opera di val­ore, con chiari richi­a­mi alle local­ità del Gar­da, i cor­pi di tre per­son­ag­gi del mon­do del­lo spet­ta­co­lo. I nomi sono al momen­to anco­ra top secret anche se da alcune indis­crezioni sem­bra cer­to che a trasfor­masi per una notte in mod­el­lo d’eccezione ci sarà Beppe Con­ver­ti­ni che ha inizia­to la car­ri­era nel mon­do del­lo spet­ta­co­lo con Mis­ter Italia. Da qui cinque film all’attivo, teatro, trasmis­sioni radio­foniche e tele­vi­sive inter­pre­tan­do il per­son­ag­gio di Giulio Stoc­chi in «Vivere», la fic­tion di Canale 5. Da giorni è nelle edi­cole il suo sec­on­do calendario.Dovrebbero, e qui il con­dizionale è d’obbligo, sfi­lare ves­tite solo dei col­ori del bod-paint­ing anche Mir­ca Vio­la, ex miss Italia e con­dut­trice di trasmis­sioni tele­vi­sive su Rete­quat­tro, e Mau­ra Leone, pro­tag­o­nista a «Incan­tes­i­mo 9».Il com­pi­to di val­utare i dis­eg­ni sui cor­pi dip­in­ti e dare un giudizio finale del lavoro ese­gui­to sarà invece affida­to al criti­co d’arte , per­son­ag­gio pub­bli­co a tut­to ton­do e attuale asses­sore alla cul­tura di .L’essenza del­la man­i­fes­tazione rimane comunque il con­cor­so musi­cale per «Nuove Pro­poste» ma a dif­feren­za delle prece­den­ti edi­zioni il pri­mo clas­si­fi­ca­to non è il vinci­tore del Fes­ti­val del Gar­da ma dei «Gran­di fes­ti­vals italiani».Già, per­ché i quat­tro final­isti in gara a Toscolano Mader­no sono sta­ti selezionati tra tut­ti col­oro che han­no parte­ci­pa­to ai con­cor­si musi­cali delle «Nuove Pro­poste» dei seguen­ti even­ti: la Nota d’Oro di Cora­to in Puglia, il Fes­ti­val del­la Sardeg­na, il Can­tAz­zur­ro di Vicen­za, il Live Song Fes­ti­val dell’Emilia Romagna e appun­to il Fes­ti­val del Gar­da. Una sin­da­ca­tion di con­cor­si che han­no deciso, pur man­te­nen­do ognuno la pro­pria autono­mia e radica­men­to sul ter­ri­to­rio, di unire le forze per avere un mag­giore peso e vis­i­bil­ità nazionale.In bal­lo ques­ta sera non c’è però solo il podio più alto per il can­tante più bra­vo ma anche il pre­mio per il miglior testo ined­i­to inti­to­la­to alla memo­ria del mae­stro Jan Lan­gosz, arran­gia­tore di musiche per Mina, Mino Rei­tano, Iva Zan­ic­chi e Luciano Taioli.Pezzo scel­to tra i parte­ci­pan­ti del con­cor­so «Nuove Pro­poste», da una giuria com­pos­ta da Gino Mescoli, già diret­tore d’orchestra del­la Rai, il musicista Gian­ni Cipri­ani, Loredana Berti, moglie del mae­stro Lan­gosz, e Andrea Tor­re­sani, ideatore del premio.Non mancherà il pre­mio Bena­cus per l’arte, nell’ultima edi­zione asseg­na­to a e all’esplosiva Bar­bara Chi­ap­pi­ni. Al vinci­tore ver­rà asseg­na­to un quadro del pit­tore Lodovi­co Moran­do, nati­vo di Capri­no, nel ven­ten­nale del­la scom­parsa. Sul pal­co anche l’orchestra del Fes­ti­val del Gar­da diret­ta dal mae­stro Diego Bas­so. Ad accom­pa­gnare i pro­tag­o­nisti del­la ser­a­ta sarà la mora Sil­via Gabrieli, neo miss del Gar­da elet­ta nel­la tap­pa di Desenzano.Tutte le final­iste del con­cor­so di bellez­za avran­no comunque una parte, sep­pur pic­co­la, nel­lo spet­ta­co­lo che poi ver­rà trasmes­so su Rai due. Il Fes­ti­val del Gar­da oltre ad essere sostenu­to dai comu­ni garde­sani che han­no ospi­ta­to le sin­gole tappe del tour itin­er­ante gode del patrocinio del­la e Vene­to, del­la Provin­cia Autono­ma di Tren­to, delle Province e Camere di Com­mer­cio di Bres­cia e Verona oltre alla com­parte­ci­pazione del min­is­tero Beni Attiv­ità Cul­tur­ali — Direzione gen­erale per lo spet­ta­co­lo dal vivo.