Festival musicale “Trentino In Jazz” 2013

10/07/2013 in Concerti
Parole chiave:
Di Redazione

Trenti­no Jazz riu­nisce un’in­sieme di fes­ti­vals che fino al 2011 era­no sola­mente delle man­i­fes­tazioni affi­ni tra loro, men­tre adesso for­mano un vero e pro­prio cir­cuito che rico­pre gran parte del ter­ri­to­rio e del­l’an­no e si sno­da in una sor­ta di grande e uni­co fes­ti­val.
“Trenti­no Jazz” è quin­di il nome del­l’or­ga­niz­zazione, men­tre “Trenti­noIn­Jazz” è il nome del fes­ti­val.
Lo scopo è quel­lo di favorire nuove pro­duzioni musi­cali e alzare il liv­el­lo qual­i­ta­ti­vo e orga­niz­za­ti­vo del­l’of­fer­ta musi­cale, in modo tale da riu­nire asso­ci­azioni diverse, sem­pre seguen­do le linee gui­da pre­dis­poste dal­l’Asses­so­ra­to alla Cul­tura del PAT.
Per esem­pio, nel 2021 han­no ader­i­to al prog­et­to la “Scuo­la musi­cale dei Quat­tro Vic­ariati” e l’as­so­ci­azione “Arte­Gio­vani” di Tione.

L’attività segue nel 2013 tre filoni prin­ci­pali.

Il pri­mo è l’or­ga­niz­zazione di con­cer­ti jazz su tut­to il ter­ri­to­rio provin­ciale, dis­lo­cati in luoghi e sta­gioni che pos­sano garan­tire il mag­gior numero pos­si­bile di ade­sioni, sia del­la popo­lazione locale che di quel­la tur­is­ti­ca.
L’as­so­ci­azione tende a val­oriz­zare i tal­en­ti locali, con par­ti­co­lare atten­zione ai gio­vani musicisti nazion­ali o inter­nazion­ali, e, allo stes­so modo, gli spazi più impor­tan­ti dal pun­to di vista architet­ton­i­co dei comu­ni inter­es­sati.

Il sec­on­do filone è ded­i­ca­to alla pro­duzione, e in par­ti­co­lare alla ricer­ca e alla sper­i­men­tazione di lin­guag­gi alter­na­tivi che abbiano come pun­to di rifer­i­men­to la musi­ca jazz. (Per esem­pio, il prog­et­to del­l’as­so­ci­azione “Astra” è quel­lo di coni­u­gare la visione di film muti con la musi­ca dal vivo).

Il ter­zo filone, infine, si occu­pa del­la didat­ti­ca. Impor­tante è sta­to il prog­et­to orga­niz­za­to il 24 e il 25 mag­gio a Vil­la Laga­ri­na e Rovere­to, che ha vis­to come pro­tag­o­nisti alcu­ni docen­ti del Berklee Col­lege of Music di Boston, la più impor­tante e pres­ti­giosa scuo­la di jazz inter­nazionale.

Di segui­to il CALENDARIO del Fes­ti­val Trenti­noIn­Jazz 2013 :

S. Cristo­foro al lago, Alber­go Sedran, 5 luglio, ore 21.30
Jazz around mid­night 1
OMIT Five Quin­tet — Mat­tia dal­la Poz­za
La rasseg­na Jazz around Mid­night pre­sen­ta in quat­tro appun­ta­men­ti alcu­ni gio­vani grup­pi emer­gen­ti.

Pergine, Piaz­za del Munici­pio, 9 luglio, ore 21
Adov­abadan Jazz Band

Alberè di Ten­na, Hotel Margheri­ta, 10 luglio, ore 21.30
Jazz around mid­night 2
Sex­tet Dix­ie Band FaRe Jazz

Moe­na, Mal­ga Penio­la, 10 luglio, ore 16:30
Dario Defrancesco & Mat­teo Ros­set­to
Il duo riv­isi­ta alcune can­zoni di autori del panora­ma pop-rock inter­nazionale
come James Tay­lor, Sting e Ste­vie Won­der in una raf­fi­na­ta rilet­tura con sfu­ma­ture jazz.

Grig­no, Piaz­za Dante, 12 luglio, ore 21
Amer­i­can Song­book con Car­lo Bag­no­li e Pao­lo Tomel­leri

Ten­na, Par­co Pine­ta Alberè, 13 luglio, ore 21
FaRe Jazz Big Band spe­cial guest Davide Ghi­doni – dir. Ste­fano Colpi

Cal­ceran­i­ca al Lago, Par­co Minerario, 16 luglio, ore 21
Trio Immag­i­nario 
(Mat­teo Cuz­zolin sax — Rober­to Bindoni, chi­tar­ra e live fx — Nelide Ban­del­lo, bat­te­ria)

Val­canover, Ris­torante Val­canover, 17 luglio, ore 21.30
Jazz around mid­night 3
FaRe Jazz Big Band dir. Ste­fano Colpi

Pin­zo­lo, 17 luglio, ore 21
Sonata Islands, dall’Adige al Mis­sis­sip­pi
(Emilio Galante, Hel­ga Planken­stein­er, Enri­co Mer­lin, Miki Loesch, Car­lo Canevali) Un reper­to­rio in bil­i­co fra due fiu­mi, fra Can­ti di Mon­tagna e Blues

Core­do, 18 luglio, ore 21
TST Jazz Ensem­ble “Sul­la Vet­ta” 
(Hel­ga Planken­stein­er, Emilio Galante, Pao­lo Tret­tel, Wolf­gang Raben­stiener, Enri­co Mer­lin, Miki Loesch, Alessan­dro Bian­chi­ni) Nuove com­po­sizioni ispi­rate a tre video sull’alpinismo (dei quali uno su Cesare Maestri). La for­mazione com­prende alcu­ni dei più affer­mati tal­en­ti del Trenti­no Alto Adi­ge

Malé, Piaz­za Regi­na Ele­na, 19 luglio, ore 21 
Jazz Print
(Luca Rubertel­li, Francesco Pisanu, Ste­fano Bian­chi­ni, Alessan­dro Bian­chi­ni, Thomas Samonati, Shan­thi Roat). Formazione stor­i­ca trenti­na, gui­da­ta da Francesco Pisanu: ha por­ta­to alle nos­tre lat­i­tu­di­ni la nuo­va musi­ca che fonde­va i lin­guag­gi del Jazz con il Rock per pri­ma – decen­ni orsono 
Tione di Tren­to, 19 luglio, ore 21
Sonata Islands Kom­man­doh 
(Emilio Galante, Gio­van­ni Venos­ta, Alber­to Tur­ra, William Nicas­tro, Ser­gio Quagliarel­la) Pro­gram­ma ispi­ra­to alla musi­ca dei Mag­ma, da trentanni uno dei grup­pi cult del­la sce­na jazz-rock francese
S. Cristo­foro al lago, Alber­go Sedran, 19 luglio, ore 21.30
Jazz around mid­night 4
Hound Dogs Trio – M. Pisoni

San Rome­dio, 20 luglio, ore 21
Mark Bald­win Har­ris 
Pianista che ha lega­to il pro­prio nome ad alcune delle più note per­son­al­ità del Pop ital­iano, come Fab­rizio D’Andrè e Antonel­la Rug­gero ma che nel­la sua indole ha da sem­pre colti­va­to un amore per la musi­ca improvvisa­ta.

Tov­el, 21 luglio, ore 21
EZ Quar­tet
(Enri­co Zanel­la, Gio­van­ni Po, Mat­teo Zuc­coni, Simoni Val­la) Il quar­tet­to, di estrazione Manouche, pre­sen­ta la sua nuo­va impre­sa discografi­ca, “I bam­bi­ni non san­no”

Cles, Piazzetta Bat­tisti,  22 luglio, ore 21
Andrea Dul­bec­co & Dou­ble Mal­lets
(Alessan­dro Bian­chi­ni, Rober­to Pan­grazzi, Daniele Pal­ma) Quar­tet­to di vibra­foni, marimbe, bat­te­ria e per­cus­sioni assor­tite che rac­con­ta pae­sag­gi sonori inedi­ti, con una striz­za­ta d’oc­chio al mae­stro Zap­pa.

Malé, Piaz­za Regi­na Ele­na, 23 luglio, ore 21
Sac­ri Cuori con Marc Ribot 
Una delle band più quo­tate nel­l’am­bito del­la musi­ca di con­fine, che fonde can­zoni popo­lari ital­iane, il fas­ci­no di Nino Rota, la calu­ra dei deser­ti amer­i­cani, pae­sag­gi urbani e ironi­ci ammic­ca­men­ti. Ospite Marc Ribot, uno dei più incred­i­bili tal­en­ti del­la chi­tar­ra con­tem­po­ranea che ha lavo­ra­to con i più svariati artisti, da Tom Waits a John Zorn, fino al nos­tra­no Vini­cio Capos­sela.

Romeno, Teatro Ten­da, 24 luglio, ore 21
P‑Funking Band
Uno dei più fulgi­di astri nel cam­po delle brass band in Italia.

Moe­na, Mal­ga Ron­cac, 24 luglio ore 16:30 
Hel­ga Planken­stein­er “Revenge” 
Il reper­to­rio del ses­tet­to Revenge spazia dal jazz tradizionale, alla musi­ca klezmer,
a brani del reper­to­rio tedesco degli anni ven­ti con il tipi­co sound delle
brass band di New Orleans.

Den­no, Palaz­zo Parisi, 25 luglio, ore 21
Mirko Pedrot­ti Quin­tet
For­mazione locale alla sua pri­ma impre­sa discografi­ca

Cles Piaz­za Palaz­zo Ass., 26 luglio, ore 21
Per­for­mance Core­ografia – Prog­et­to Gio­vani Cles

Cles, cor­so Dante , 26 luglio, ore 20,30
Shi­ki Sha­ka Grooves, Jel­ly Rolls Band
Orches­tra di 11 ele­men­ti che quest’an­no ded­i­ca intera­mente il suo reper­to­rio dinam­i­co a Frank Zap­pa. Si apre un fine set­ti­mana ded­i­ca­to al grande mae­stro.

Pavil­lo, sala del­la Torre Romana, 27 luglio, ore 10–17.30
Con­veg­no Frank Zap­pa, con Veniero Riz­zar­di, Michele Pizzi, Gior­gio Casadei, Enri­co Mer­lin
Pavil­lo, sala del­la Torre Romana– 27 luglio, ore 14
Inven­tio­n­is Mater
“Does humour belongs in clas­si­cal music”, (Pier­pao­lo Romani, Andrea Pen­nati) Il duo ripro­pone la musi­ca del com­pos­i­tore in una chi­ave davvero insoli­ta… un duo chi­tar­ra clas­si­ca-clar­inet­ti. Un’es­pe­rien­za davvero uni­ca che dona alle com­po­sizioni una nuo­va luce cameris­ti­ca

Pavil­lo, sala del­la Torre Romana, 27 luglio, ore 21
Trio Galacti­cus
Il nuo­vo trio del chi­tar­rista Gior­gio Casadei, sul quale aleg­gia lo spir­i­to zap­pi­ano

Sanzeno, Museo Reti­co, 28 luglio, ore 10–17.30
Chi­tarre Deli­ran­ti, con Alessan­dro Ser­avalle, Andrea Mas­saria, Gior­gio Casadei, Enri­co Mer­lin

Cles — 28 luglio, ore 21
Pam­sti’ddn Kings
Pic­co­la for­mazione altoatesina, che ha rac­colto sem­pre più ampi con­sen­si per la fres­chez­za e l’en­er­gia stra­or­di­nar­ia del­la per­for­mance

Mez­zolom­bar­do, Corte del nuo­vo Polo cul­tur­ale, 29 luglio, ore 21
69 Strings ‑12 Gui­tars
Gui­da­ta da Enri­co Mer­lin, for­mazione che cen­tel­li­na le pro­prie esi­bizioni, ma che ogni vol­ta las­cia un seg­no pro­fon­do nel­la memo­ria e nelle sen­si­bil­ità del pub­bli­co

Taio – 30 luglio, ore 21
Fazz­i­ni-Fedri­go XY Quar­tet
(Nico­la Fazz­i­ni, Alessan­dro Fedri­go, Save­rio Tas­ca, Luca Colus­si). For­mazioni ital­iane emer­gente fra le più quo­tate

Malè – 31 luglio, ore 21
Fab­rizio Gaudi­no Quar­tet
(Fab­rizio Gaudi­no, Rober­to Cipel­li, Attilio Zanchi, Tom­my Bradas­co)

Moe­na, Pala da Rif, 31 luglio, ore 16:30*
Cho­rus Orches­tra “Trib­ute to Kurt Weill” 
Un trib­u­to al grande com­pos­i­tore tedesco Kurt Weill che parte da brani trat­ti
Dall’Opera da Tre Sol­di per arrivare alle cele­ber­rime can­zoni com­poste per i
Musi­cal di Broad­way.

Smara­no — Accad­e­mia Celesti­no Ecch­er, 2 agos­to, ore 21
Con­cer­to in col­lab­o­razione con l’Accademia

Moe­na — Pala da Rif, El Mas (Col dei Sol­dai), 7 agos­to, ore 16:30*
Best Blues Pow­er
Pre­sen­tazione del nuo­vo CD “The walkin Man” con com­po­sizioni di Mau­r­izio Bestet­ti, un aut­en­ti­co mito del blues ital­iano, con all’attivo numerose col­lab­o­razioni: Louisiana Red, Chica­go Bob Nel­son, Lin­coln Beau Beauchamps, Bob Mar­golin e numerosi com­po­nen­ti dei cele­ber­ri­mi “Blues Broth­ers” come Blue Lou Mari­ni, John Tro­pea, Rusty Cloud, Eric Udel, Lee Finkel­stein e Lar­ry Far­rell.

Vil­la Laga­ri­na, Palaz­zo Lib­era, 8 agos­to, ore 21
Clau­dio Fasoli Four
Clau­dio Fasoli, sax tenore e sopra­no; Michele Cal­garo, chi­tar­ra elet­tri­ca & acus­ti­ca; Loren­zo Cal­garo, con­tra­b­bas­so; Gian­ni Bertonci­ni, bat­te­ria ed elet­tron­i­ca). Un vet­er­a­no del­la sce­na ital­iana, mem­bro fonda­tore del Peri­geo, pro­pone nuove esplo­razioni tra musi­ca acus­ti­ca ed elet­tron­i­ca, con forte con­no­tazione rit­mi­ca e melod­i­ca.

Vil­la Laga­ri­na, Palaz­zo Lib­era, 9 agos­to, ore 21
Stand­hard Trio & Sil­via Donati
(Sil­via Donati, voce; Alfon­so San­ti­mone, pianoforte e tastiere; Alessan­dro Fedri­go, bas­so acus­ti­co e bas­so elet­tri­co; Gian­ni Bertonci­ni, bat­te­ria). Quat­tro gio­vani solisti, tra i più inter­es­san­ti del­la sce­na ital­iana, mescolano sper­i­men­tazione e  tradizione per riv­is­itare con genial­ità cele­bri pezzi rock e per pro­porre brani orig­i­nali, da loro com­posti.

Vil­la Laga­ri­na, Palaz­zo Lib­era, 12 agos­to, ore 21
Mirko Pedrot­ti Group 
Gio­vane per­cus­sion­ista, già com­po­nente del­la Big Band di Vil­la Laga­ri­na, appro­da ora al suo pri­mo lavoro discografi­co in qual­ità di leader.

Isera, Cas­tel Corno ‚13 agos­to, ore 21
Gabriele Mirabassi / Peo Alfon­si
Un duo gio­ca­to sul­la sin­to­nia poet­i­ca più pro­fon­da e sull’apertura a spazi musi­cali di ampio oriz­zonte: trame che van­no dal jazz alla musi­ca brasil­iana, dal­la tradizione col­ta euro­pea al folk­lore.

Ziano di Fiemme, Teatro par­roc­chiale, 13 agos­to, ore 21.00
Fran­co D’Andrea Duo
Fran­co D’Andrea (pianoforte)- Aldo Mel­la (con­tra­b­bas­so)

Ala, Palaz­zo Mal­fat­ti-Scher­er, 16 agos­to, ore 21
Mau­ro Beg­gio Life­time
(Mau­ro Beg­gio, bat­te­ria; Fed­eri­co Mala­man, bas­so elet­tri­co; Giu­liano Pas­tore, tastiere; Ric­car­do Bertuzzi, chi­tar­ra elet­tri­ca). Omag­gio di Mau­ro Beg­gio a Tony Williams, mae­stro del­la bat­te­ria con­tem­po­ranea. Nat­u­ral­mente con l’ombra di Miles Davis che si affac­cia, ma non incombe…

Mori, 18 agos­to, ore 21
Ric­car­do Tesi Ban­di­tal­iana 
(Ric­car­do Tesi, organet­to dia­ton­i­co; Mau­r­izio Geri, chi­tarre; Clau­dio Car­boni, sas­so­foni). Un mae­stro del­la musi­ca popo­lare euro­pea, sem­pre attrat­to dagli sti­moli del jazz, con la sua band di più lun­ga vita e mag­giore impat­to emo­ti­vo.

Moe­na, Forte Some­da, 21 agos­to, ore 16:30*
Patrizia Laquidara Trio
Can­tante, attrice, autrice dei pro­pri brani, Patrizia Laquidara è apprez­za­ta ben al di là dei con­fi­ni nazion­ali, dagli Sta­ti Uni­ti all’America Lati­na, dal Giap­pone ai prin­ci­pali pae­si europei. Van­ta col­lab­o­razioni pres­ti­giose che spaziano dal­la musi­ca con­tem­po­ranea a quel­la d’autore al jazz: Arto Lind­say, Ben Per­owsky, Smokey Hor­lem, Tom Bartlett, Ste­fano Bol­lani, Rita Mar­co­tul­li, Mario Venu­ti, Andrea Chi­men­ti…

Moe­na — Mal­ga San Pel­le­gri­no, 28 agos­to, ore 16:30*
Cristi­na Ren­zetti Trio
Il con­cer­to di Cristi­na Ren­zetti pre­sen­ta le musiche con­tenute nel suo pri­mo dis­co da solista,Origem é giro, pub­bli­ca­to dal­l’etichet­ta brasil­iana Deli­ra Musi­ca. Reg­is­tra­to tra Rio de Janeiro e l’I­talia nel 2010, con­ta con la parte­ci­pazione di alcu­ni gran­di nomi del­la sce­na stru­men­tale car­i­o­ca come Edu Neves, Vic­tor Gonçalves, Bernar­do Ramos, Ser­gio Krakows­ki, Xande Figueirei­do, Hen­ry Lenti­no e del chi­tar­rista ital­iano Gian­car­lo Bianchet­ti.

Tren­to — Audi­to­ri­um del cam­pus uni­ver­si­tario a Tren­to Sud, 25 set­tem­bre, ore 20.30
In col­lab­o­razione con Opera Uni­ver­si­taria
Mirthkon
Uno dei più inter­es­san­ti gio­vani ensem­ble di RIO (rock in oppo­si­tion), genere al quale il nos­tro fes­ti­val ded­i­ca un appun­ta­men­to annuale, diret­ta­mente dagli USA.

Tren­to – Sala Con­feren­ze del Muse, 24 otto­bre, ore 20.30
Moe­na – La Grenz – 25 otto­bre, ore 21
Vil­la Lobos remix
Con Cosi­mo Colaz­zo e ensem­ble Sonata Islands
Una rein­ven­zione delle musiche del grande com­pos­i­tore brasil­iano acco­sta­ti all’esecuzione di alcu­ni suoi cap­ola­vori per pianoforte solo nel­la stesura orig­i­nale

Tren­to –Cin­e­ma Astra, 28 otto­bre, ore 10.30
Rimu­si­cazione I
I cor­ti dei Lumiere

Ensem­ble Rimu­si­cazioni di Bolzano
Pri­mo di due appun­ta­men­ti all’Astra ded­i­cati alla rimu­si­cazione di film muti. In questo caso ad essere rimu­si­cati sono gli esor­di dell’arte cin­e­matografi­ca, nel­la Pari­gi di fine dell’800

Tren­to – Sala Con­feren­ze del Muse, 30 otto­bre, ore 20.30
Nip­pon Eldo­ra­do
Pro­gram­ma di teatro musi­cale ded­i­ca­to alla musi­ca alt rock giap­ponese degli anni Ottan­ta-Novan­ta, trascrit­ta e rein­ven­ta­ta da Gio­van­ni Venos­ta.

Tren­to – Sala Con­feren­ze del Muse, 5 novem­bre, ore 20.30
Osso Mas­trosso e Carcagnos­so
Una favola morale sulle Mafie
Immag­i­ni (movies) dell’artista paler­mi­tano Enzo Pat­ti ispi­rati al suo libro omon­i­mo.
Musi­ca live di Sonata Islands Trio con Simone Zan­chi­ni e Andrea Dul­bec­co

Tren­to – Nuo­va hall del Muse, 11 novem­bre, ore 20.30
Craig Taborn
Pianista afro-amer­i­cano, nuo­va star inter­nazionale, in tournée per il solo reg­is­tra­to da ECM. Ha col­lab­o­ra­to spes­so con Tim Berne, Chris Pot­ter, Dave Hol­land.

Tren­to – Sala Con­feren­ze del Muse, 14 novem­bre, ore 20.30
Dédié to King Crim­son 
Emilio Galante e Enri­co Mer­lin
Una rein­ven­zione elet­tri­ca e camerista di alcu­ni brani cult dei KC

Tren­to – Audi­to­ri­um del cam­pus uni­ver­si­tario a Tren­to Sud, 20 novem­bre, ore 21
Mas­si­mo Giun­toli e Clara Zuc­chet­ti
Pie Glue! Singing the Beat gen­er­a­tion
lyrics by Jack Ker­ouac, Allen Gins­berg, Gre­go­ry Cor­so, Lawrence Fer­linghet­ti etc..


Tren­to – Sala Con­feren­ze del Muse, 28 novem­bre, ore 20.30
Ensem­ble Fron­tera 
Con­cer­to World Music con musiche di ispi­razione fla­men­ca

Tren­to – Sala Con­feren­ze del Muse, 3 Dicem­bre, ore 20.30
Jon Balke Un solista dal­la Norve­g­ia
Rein­ven­zione cre­ati­va di mate­ri­ali estrat­ti dalle musiche di Luciano Berio con il pianista norveg­ese Jon Balke (noto per le sue numerose reg­is­trazioni con la pres­ti­giosa etichet­ta ECM)
Ensem­ble Sonata Islands (Emilio Galante, Achille Suc­ci, Rober­to Bon­ati, Rober­to Dani)

Tren­to – Cin­e­ma Astra, 8 dicem­bre, ore 10.30 
Rimu­si­cazione II
Le ani­mazioni di Lotte Reiniger
Sonata Islands ensem­ble
Fav­ole ani­mate rimu­si­cate da Michael Lösch

Pe ulte­ri­ori infor­mazioni è pos­si­bile con­sultare il sito www.trentinojazz.com

Parole chiave: