L’intervento su un tratto che era completamente al buio

Fiat lux da Pai a contrada Pasola

12/01/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
( b.b .)

Non sarà più il paese delle tene­bre. Un’illuminazione stradale nuo­va di zec­ca va da Pai a con­tra­da Paso­la men­tre da Paso­la a Castel­let­to fino ad Assen­za le luci esisten­ti sono state com­ple­ta­mente rimesse a nuo­vo. Poi, affinché l’intero paese Bren­zone bril­li a rego­la d’arte, saran­no com­ple­tati i trat­ti tra Por­to ed Assen­za, Marni­ga e i cen­tri stori­ci. «Ora quan­do si arri­va a Pai, al con­fine con Tor­ri, ci si tro­va in un mon­do nuo­vo», com­men­ta il sin­da­co Gio­van­ni Zap­palà. Dove l’illuminazione c’era, l’amministrazione ha provve­du­to ad «adeguare quel­la esistente iden­ti­f­i­can­do situ­azioni che, sot­to il pro­fi­lo impiantis­ti­co, pote­vano essere o diventare peri­colose. Sono state così sos­ti­tu­ite linee non più idonee, pali, lam­pade e cablag­gi, pla­foniere, intere strut­ture irrecu­per­abili e sono sta­ti instal­lati arma­di per coman­do e pro­tezione». Queste opere, il cui cos­to è di 310mila euro (cir­ca 600 mil­ioni delle vec­chie lire), sono una pre­mes­sa impor­tante. «A fine mese, con­tes­tual­mente alla approvazione del bilan­cio, inten­di­amo approvare la pro­gram­mazione delle opere pub­bliche così da pot­er eseguire entro il 2003 altri lavori nec­es­sari», dice Zap­palà. «Si provved­erà ad illu­minare i trat­ti di statale man­can­ti. Inoltre sti­amo cer­can­do di indi­vid­uare le luci più adat­te ai pic­coli cen­tri stori­ci del Comune. Sono pic­coli nuclei medioveali che van­no val­oriz­za­ti per­ché sono molto bel­li: a Castel­let­to, a Bor­a­go, a Ven­zo, a Som­mav­il­la, a Poz­zo ci sono costruzioni spe­ciali, volti, fac­ciate, strade di ciot­toli e pic­cole case che non devono più pas­sare inosser­vati».