Dal 29 giugno all’1 luglio

Fiera del Chiaretto:quest’anno si rilancia

16/06/2007 in Fiere
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Botta

Moni­ga cap­i­tale nazionale del ? A pri­ma vista può sem­brare una provo­cazione, con­sideran­do che il è conosci­u­to a liv­el­lo lom­bar­do e solo da una cer­chia ristret­ta di inten­di­tori fuori dal ter­ri­to­rio. Eppure, osser­van­do l’impegno del­l’am­min­is­trazione comu­nale e del Con­sorzio Gar­da Clas­si­co in tale direzione, ci sono tutte le con­dizioni per pro­muo­vere una fiera del Chiaret­to e dei Rosati d’Italia.La pro­pos­ta, lan­ci­a­ta in un recente con­veg­no, potrebbe in tem­pi bre­vi con­cretiz­zarsi alla luce del­la volon­tà dei pro­mo­tori che inten­dono lan­cia­re un prodot­to di qual­ità, oltre a creare una nuo­va e sig­ni­fica­ti­va oppor­tu­nità di cresci­ta per il ter­ri­to­rio del­la riv­iera bres­ciana del Gar­da. «Non pos­si­amo restar fer­mi — ha sot­to­lin­eato Lui­gi Alber­ti, asses­sore al Tur­is­mo a Moni­ga -. L’idea sarebbe di coin­vol­gere i pro­dut­tori dei vini rosati d’I­talia in un prog­et­to uni­tario, pro­muoven­do una vet­ri­na di qual­ità». Sarà questo il moti­vo dom­i­nante che carat­ter­izzerà la Ven­tes­i­ma edi­zione del­la «Fiera di Moni­ga e del Chiaret­to», in pro­gram­ma dal 29 giug­no all’1 luglio in piaz­za San Mar­ti­no. Il sin­da­co Lorel­la Lovo ha defini­to, con l’o­lio extravergine di oli­va, «il Chiaret­to il nos­tro bigli­et­to da visi­ta. La nos­tra azione è di val­oriz­zare il ter­ri­to­rio ed i prodot­ti base del­la sua econo­mia. Per noi sono una grande risor­sa che inten­di­amo salvaguardare».Armando Riz­zar­di­ni, pres­i­dente del­la fiera, ha defini­to il rosato di Moni­ga «un’esclu­si­va del­la zona». Pao­lo Turi­na, pres­i­dente del Gar­da Clas­si­co, ha sot­to­lin­eato «l’ot­ti­mo rap­por­to di col­lab­o­razione con la nuo­va Ammin­is­trazione» per offrire un ulte­ri­ore lan­cio all’e­cono­mia locale, evi­den­zian­do che sul ter­ri­to­rio «si pro­ducono in media 2 mil­ioni di bot­tiglie all’an­no (400 mila di Chiaret­to), da parte di 45 aziende di cui 30 si ded­i­cano al vino rosato».Tra le novità del­la fiera, sot­to il tito­lo «Il rosa & il bian­co», l’ab­bina­men­to del vino con i for­mag­gi fres­chi e semi­sta­gionati, vac­ci­ni e copri­ni. Il pub­bli­co potrà gustare l’inizia­ti­va ven­erdì e saba­to dalle 19 alle 22 e domeni­ca dalle 18 alle 21.In locan­d­i­na c’è anche l’in­con­tro con il pro­dut­tore saba­to 30 dalle 18 alle 19. I vis­i­ta­tori potran­no seguire lezioni di enolo­gia con la pre­sen­za del­l’enogas­tronomo Ennio Avi­go e, con 5 euro, potran­no gustare 6 Chiaret­ti. Come tradizione si svol­gerà il Tro­feo Pom­peo Mol­men­ti per tenere vivo il ricor­do di colui che pro­prio a Moni­ga all’inizio del ‘900 pro­dusse per pri­mo vini di qualità.La Fiera con­tem­pla anche ser­ate di intrat­ten­i­men­to men­tre i dod­i­ci ris­toran­ti del paese pre­dis­porra­no menù a base di pesce di lago, irro­ra­to dal Chiaret­to.

Parole chiave: -