Dividerà le stanze con la Croce Rossa

Finalmente l’Anffas avrà la nuova sede

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
m.to.

L’ avrà final­mente la sua sede, in coabitazione con la Croce Rossa. L’associazione di tutela dei por­ta­tori di hand­i­cap che a Desen­zano con­ta un notev­ole numero di assis­ti­ti, impeg­n­erà qua­si mez­zo mil­iar­do di lire men­tre l’amministrazione comu­nale ne verserà 1 mil­iar­do e 400 mil­ioni. In totale il nuo­vo fab­bri­ca­to ver­rà dunque a costare poco meno di 2 mil­iar­di. Il prog­et­to è sta­to pre­sen­ta­to e illus­tra­to dall’assessore ai lavori pub­bli­ci Tom­ma­so Gia­rdi­no nel­la riu­nione di giun­ta dell’altra sera. Nel pac­chet­to di opere pub­bliche, però, ve n’è uno di par­ti­co­lare inter­esse per la popo­lazione. Riguar­da la real­iz­zazione di opere di abbel­li­men­to (anche se i tec­ni­ci le chia­mano di «manuten­zione stra­or­di­nar­ia») del lun­go­la­go Bat­tisti nel trat­to com­pre­so tra il Ponte alla Veneziana e vico­lo delle Lavandaie (la strad­i­na che s’immette in via Roma). Inter­ven­to che, come con­fer­ma a «Bres­ciaog­gi» Gia­rdi­no, com­porterà un impeg­no di spe­sa per il Comune di 1 mil­iar­do e 150 mil­ioni di lire, da finanziare con mutuo. Si trat­ta per caso del sec­on­do stral­cio del prog­et­to del lun­go­la­go? «No — risponde l’assessore — di quel­lo se ne par­lerà più in avan­ti. Sono lavori che sis­te­mer­an­no meglio mar­ci­apie­di e strade di quel­la zona cen­trale del­la cit­tà». Altri par­ti­co­lari su questo spin­oso argo­men­to, l’assessore Gia­rdi­no non ne vuole aggiun­gere. Per­chè, da fonti attendibili, sem­bra che la sec­on­da parte del dis­cus­so prog­et­to-Ramel­la potrebbe avere i giorni con­tati. Si trat­ta, comunque, solo di un’indiscrezione sul­la quale, al momen­to, nes­suno ovvi­a­mente ha voglia di par­lare. Ma vedi­amo i due inter­ven­ti più nel det­taglio. Il prog­et­to esec­u­ti­vo del­la sede Anf­fas è già sta­to vision­a­to, poi sarà il turno del­la gara di appal­to. «Entro breve tem­po com­in­cer­an­no i lavori — assi­cu­ra Gia­rdi­no — si trat­ta di uno sta­bile con un piano fuori ter­ra che ver­rà costru­ito a Riv­oltel­la, in via Durighel­lo, nei pres­si del­la nuo­va scuo­la media Trebeschi e a fian­co del Cen­tro di Aggregazione Gio­vanile. Nel piano sot­ter­ra­neo ver­ran­no rica­vati 5 posti-auto, di cui uno per l’autolettiga. Al piano ter­ra, invece, tro­verà pos­to anche la sede del­la , la restante area ver­rà occu­pa­ta dall’Anffas. Che con­terà su notevoli spazi adibiti a lab­o­ra­tori, palestre, locali di let­tura, salette mediche e servizi vari: in tut­to 760 metri quadri, ai quali si devono aggiun­gere i 120 mq. occu­pati dal­la Croce Rossa. Sul lun­go­la­go, infine, la giun­ta Anel­li intende man­tenere la sua promes­sa di real­iz­zare delle opere di abbel­li­men­to. Lavori che, una vol­ta appal­tati, potran­no com­in­cia­re al più presto: gli oper­a­tori, gli stes­si res­i­den­ti si augu­ra­no, però, che questo avven­ga pri­ma dell’inizio del­la sta­gione tur­is­ti­ca. Ver­rà rifat­ta la pavi­men­tazione ed imp­ie­ga­to un tipo di por­fi­do pre­gia­to; ver­an­no inoltre allargati i mar­ci­apie­di. Ma sen­za tagliare posti auto o piante. «Tut­to rimar­rà come pri­ma», garan­tisce anco­ra Tom­ma­so Gia­rdi­no. Abbel­li­men­to in vista anche per via Bor­go Regio e via Cro­ce­fis­so, tra il Duo­mo e le Poste. Su questo inter­ven­to l’assessore non trat­tiene l’ultima bat­tuta polem­i­ca: «Due strade cen­trali dimen­ti­cate dal­la pas­sa­ta giun­ta di cen­trosin­is­tra quan­do si mise mano a via Roma».

Parole chiave: -