Firmato a Sirmione del protocollo d’intesa per la valorizzazione di Castello scaligero e Grotte di Catullo

01/10/2016 in Attualità
Di Redazione

Una doppia fir­ma che rap­p­re­sen­ta un impor­tante pas­so in avan­ti per la vita tur­is­ti­ca e cul­tur­ale di Sirmione. Ques­ta mat­ti­na – saba­to 1 otto­bre 2016 – il diret­tore del Polo muse­ale regionale del­la Lom­bar­dia dott. Ste­fano L’Occaso e il Sin­da­co di Sirmione Alessan­dro Mat­tin­zoli  si sono dati appun­ta­men­to pro­prio nel Castel­lo scaligero sirmionese per fir­mare davan­ti alla stam­pa, a rap­p­re­sen­tan­ti del con­siglio comu­nale e delle asso­ci­azioni di cat­e­go­ria il pro­to­col­lo d’intesa per la real­iz­zazione di inizia­tive comu­ni che val­orizzi­no i due siti muse­ali del­la cit­tad­i­na: il Castel­lo scaligero e le .

«loccaso-e-mattinzoliTra i dieci musei gesti­ti in Lom­bar­dia – dichiara il diret­tore del Polo muse­ale regionale Ste­fano L’Occaso – il nucleo muse­ale di Sirmione ha un peso deter­mi­nante sia per i numeri che per il fas­ci­no dei luoghi. Sti­amo lavo­ran­do molto in col­lab­o­razione con il Comune di Sirmione per la val­oriz­zazione di questi musei e con la Soprain­ten­den­za di Bres­cia sti­amo por­tan­do avan­ti un prog­et­to di restau­ro e mes­sa in sicurez­za del­la darse­na, con la prospet­ti­va di aprir­la al pub­bli­co per l’autunno 2017. Abbi­amo già richiesto a Roma il bigli­et­to unis­co muse­ale per Castel­lo e Grotte, con valen­za pro­mozionale per entram­bi i siti».

«Siamo con­vin­ti che la gior­na­ta di oggi rap­p­re­sen­ti un pas­sag­gio impor­tante cul­tur­ale e tur­is­ti­ca per Sirmione – affer­ma il sin­da­co Alessan­dro Mat­tin­zoli –. L’obiettivo di questo accor­do è favorire e incre­mentare la vis­i­bil­ità, la fruizione e l’attrattiva tur­is­ti­ca di entram­bi i due luoghi sim­bo­lo del nos­tro Comune. Ringrazio tut­ti col­oro che han­no lavo­ra­to per rag­giun­gere questo obiettivo».

L’intesa raf­forza dunque la col­lab­o­razione tra i due enti, che si impeg­nano a lavo­rare insieme per miglio­rare l’utilizzo e la pro­mozione dei siti, ferme restando le respon­s­abil­ità speci­fiche legate alla pro­pri­età e alla ges­tione dei siti stessi.

La nuo­va col­lab­o­razione si con­cretizzerà in diverse azioni, come il coor­di­na­men­to nel­la comu­ni­cazione, nell’organizzazione di man­i­fes­tazioni, rasseg­ne, spet­ta­coli, ma anche mat­ri­moni, e con una pos­si­bile aper­tu­ra a una ges­tione inte­gra­ta dei servizi, fino alla ricer­ca di even­tu­ali forme di spon­soriz­zazione e di parte­ci­pazione a prog­et­ti nazion­ali o internazionali.