Dal Lugana al Riesling, spazio alle bollicine del lago.
Al via la quinta edizione della "Rassegna spumanti gardesani"

Flute alzati per il rosé

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Al recente , fra i gran­di pro­tag­o­nisti non sono man­cati gli spuman­ti rosè garde­sani. Un suc­ces­so al di là di ogni aspet­ta­ti­va che ha pre­mi­a­to quei pro­dut­tori che negli ulti­mi anni si sono avvi­c­i­nati a ques­ta pro­duzione con gran­di prodot­ti spes­so uni­ci ed inim­itabili. In occa­sione di “Maner­ba Salam­osa”, si ter­rà 5a “Rasseg­na spuman­ti garde­sani”, even­to che pro­por­rà degus­tazioni di questo prodot­to eno­logi­co. Sarà una vera e pro­pria vet­ri­na, forse addirit­tura la pri­ma del genere, a rag­grup­pare, gra­zie anche alla col­lab­o­razione con il Con­sorzio Tutela , oltre una deci­na di etichette di rosè del Gar­da. E poi, ovvi­a­mente non mancher­an­no i spuman­ti bianchi, o bol­licine garde­sane, pre­sen­ti con oltre trenta etichette in rap­p­re­sen­tan­za di buona parte di ques­ta tipolo­gia. Volon­tà degli orga­niz­za­tori è quel­la di far diventare Maner­ba la cap­i­tale “eroica” degli spuman­ti prodot­ti sulle rive del Gar­da. E con grande sod­dis­fazione la Rasseg­na ospiterà, per la pri­ma vol­ta, il “Veronel­li del Gar­da”, ossia , che non mancherà di elargire sapien­za in mate­ria a col­oro che parteciper­an­no al suo inter­ven­to intro­dut­ti­vo alla man­i­fes­tazione. Famoso enogas­tronomo e gior­nal­ista nonché cura­tore di numerose guide del set­tore, criti­co costrut­ti­vo del set­tore enoico garde­sano, Ange­lo Peretti sarà pre­sente anche per dare sug­ger­i­men­ti e con­sigli, soprat­tut­to ai con­suma­tori, di come ci si avvic­i­na alla degus­tazione di questi spuman­ti. E i garde­sani devono essere fieri di ques­ta pro­duzione di nic­chia per la quale Lui­gi Veronel­li ha sem­pre sot­to­lin­eato che «se lo cham­pagne francese era sta­to inven­ta­to per mascher­are vini bianchi non cer­ta­mente al top del­la bon­tà, cosa potrebbe essere un Lugana, già di per sé otti­mo di natu­ra, se spuman­tiz­za­to?». La rispos­ta la si potrà avere pro­prio a Maner­ba in occa­sione di queste degus­tazioni (3 flute a scelta, 1 euro). La ter­ra garde­sana non è cer­ta­mente indi­vid­u­a­ta e conosci­u­ta come zona di spuman­ti ma, ciò nonos­tante riesce ad avere una pro­duzione di grande liv­el­lo qual­i­ta­ti­vo. Forse in pochi san­no che qui si pro­ducono, da dis­ci­pli­nare, spuman­ti come i Lugana, sia nel­la ver­sione Clas­si­co che Char­mat, il Mal­va­sia, il Gar­da Spumante, Gar­da Chardon­nay, Gar­da Pinot, Gar­da Ries­ling e Gar­da Rosè. A tut­ti i degus­ta­tori ver­rà con­seg­na­ta una sche­da sul­la quale potran­no seg­nare le loro impres­sioni e le loro val­u­tazioni. Ai migliori tre selezionati ver­rà con­seg­na­to un par­ti­co­lare riconoscimento.

Parole chiave: