Firmata la convenzione fra Comune e azienda. Il sindaco Perini: «Si tratta di un esperimento per un anno»

Fognature e depurazione in gestione al «Garda Uno»

08/07/2001 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
m.to.

E’ sta­ta fir­ma­ta nei giorni scor­si tra Comune di Lona­to e Azien­da la nuo­va con­ven­zione per la ges­tione del servizio di fog­natu­ra e . Sarà quin­di l’azien­da con­sor­tile di Portese a gestire d’o­ra in avan­ti la rete di fog­natu­ra e di depu­razione lonatese. Il cos­to com­p­lessi­vo si aggi­ra sui 315 mil­ioni all’an­no, di cui 235 mil­ioni per la depu­razione e poco più di 50 per le fog­na­ture: a queste somme si deve aggiun­gere poi l’I­va. L’azien­da garan­tirà il servizio inin­ter­rot­to di reperi­bil­ità del per­son­ale anche nelle gior­nate fes­tive, l’impiego di mezzi mobili per il servizio di reperi­bil­ità, l’ef­fet­tuazione di oper­azioni di soc­cor­so, in caso di emer­gen­za, il con­trol­lo sis­tem­ati­co, peri­od­i­co e pro­gram­ma­to di tutte le reti, infine la manuten­zione con speci­fiche attrez­za­ture degli impianti. «La dura­ta del­la con­ven­zione — spie­ga il sin­da­co Moran­do Peri­ni — è breve, appe­na un anno: questo l’ab­bi­amo fat­to in quan­to si trat­ta di un esper­i­men­to. Poi, se le cose andran­no bene, se il servizio insom­ma ci sod­dis­ferà, non avre­mo nul­la in con­trario a pro­rog­a­r­lo». Il con­trat­to scadrà il 30 giug­no 2002. Ma quali saran­no i van­tag­gi per i cit­ta­di­ni? Avran­no delle riduzioni tar­if­farie? «Riduzioni no. Ci sarà sicu­ra­mente un miglio­ra­men­to del servizio, come avviene per l’ac­qua e il gas; al cit­tadi­no dunque con­tin­uerà ad arrivare la bol­let­ta dal Comune ma res­ta invari­a­ta la tar­if­fazione impos­ta da dis­po­sizioni di legge». Per­chè il Comune ha incar­i­ca­to il Gar­da Uno? «Per­chè — riprende Peri­ni — Lona­to è tito­lare dell’11 per cen­to delle quote con­sor­tili, ma in pas­sato non ha mai affida­to alcun servizio all’azien­da. Dunque, ci siamo trovati davan­ti ad un biv­io: o con­tin­uare a far parte del Con­sorzio e di con­seguen­za ver­sare la quo­ta annuale che è pari a 160 mil­ioni di lire, sen­za però avere nul­la in cam­bio, oppure affi­dar­gli dei servizi in ges­tione. Abbiano deciso per la sec­on­da ipote­si. «Il Gar­da Uno, inoltre, esegue anche prog­et­tazioni di opere come ad esem­pio le reti fog­nar­ie. Da parte nos­tra — riprende il sin­da­co di Lona­to — c’è l’in­ten­zione di sfruttare l’azien­da di Portese alla quale, ripeto, ver­si­amo un con­sis­tente con­trib­u­to ann­uo. Altro dato inter­es­sante ed estrema­mente utile per l’am­min­is­trazione comu­nale è quel­lo di pot­er ottenere prog­et­ti di opere in tem­pi bre­vi rispet­to a quel­li attuali. Infat­ti, essendo il Comune di Lona­to socio, le gare di appal­to ven­gono indette dal­la stes­sa azien­da Gar­da Uno con notev­ole risparmio di tem­pi e sol­di. Uno snel­li­men­to buro­crati­co — con­clude Peri­ni — in tut­ti i sen­si, e i van­tag­gi sono anche per i cit­ta­di­ni». La ges­tione in for­ma di con­ven­zione è già sta­ta avvi­a­ta. Tra i pri­mi pro­gram­mi di lavoro ci sono la revi­sione del­la rete fog­nar­ia e lo stu­dio per il suo even­tuale ampli­a­men­to, poi il con­trol­lo e le ver­i­fiche sui reflui in entra­ta e in usci­ta dal depu­ra­tore e sui fanghi. Come si sa, Lona­to ha tra l’al­tro una striscia di ter­ri­to­rio a lago, sit­u­a­ta tra la pun­ta del Vo di Desen­zano e il Comune di Padenghe. Una striscia, però, inten­sa­mente occu­pa­ta da sta­bil­i­men­ti bal­n­eari, aziende del set­tore nau­ti­co, da un por­tic­ci­o­lo e rimes­sag­gio pri­vati e da un litorale tra i più bel­li del bas­so Garda.

Parole chiave: -