Confermata l’attività didattica della «Da Como». In giugno uscirà l’ottavo «Quaderno» e si terrà l’adunanza

Fondazione in assemblea un anno ricco di progetti

04/03/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Si è svol­ta saba­to 1° mar­zo l’annuale riu­nione dell’associazione Ami­ci del­la di Lona­to che è servi­ta soprat­tut­to per sti­lare il pro­gram­ma delle inizia­tive tar­gate 2003. Davvero molte, a con­fer­ma del buono sta­to di salute di questo cir­co­lo che riesce a lan­cia­re con­tinui seg­nali in pos­i­ti­vo, per pro­muo­vere la Roc­ca, la Casa del podestà ed il grande pat­ri­mo­nio cul­tur­ale accu­mu­la­to dal sen­a­tore Ugo da Como. Pro­gram­ma che si apre per il quar­to anno come spie­ga la pres­i­dente Aika Fehrmann Camp­isi con l’attività didat­ti­ca nelle scuole «vol­ta alla com­pren­sione del ter­ri­to­rio di Lona­to. Si cercherà di far com­pren­dere ai bam­bi­ni la sto­ria, l’architettura e l’iconografia dei san­ti, degli eroi del­la mitolo­gia clas­si­ca, l’espressione del­la moda quale ele­men­to per appro­fondire la let­tura delle opere d’arte. Anche quest’anno, quin­di, non si trat­ta sola­mente delle ormai con­suete — ma sem­pre impor­tan­tis­sime — , ma di occa­sioni di incon­tro, all’interno del­la Fon­dazione stes­sa, riv­olte al pub­bli­co. Da molti anni l’associazione si impeg­na ad aprire la Roc­ca e la Casa del podestà a migli­a­ia di vis­i­ta­tori». «A questo si aggiun­ga l’impegno riv­olto alle moltissime sco­laresche, ai grup­pi di anziani, alle agen­zie di viag­gio, alle cir­co­scrizioni e alle numerose orga­niz­zazioni cul­tur­ali che bus­san­do alla Fon­dazione trovano l’associazione pronta e sen­si­bile alle richi­este di visi­ta, anche al di fuori degli orari canon­i­ci del saba­to e del­la domeni­ca…». Ma andi­amo con ordine per vedere le altre inizia­tive oltre alla didat­ti­ca nelle scuole che ha fra i ref­er­en­ti Gior­gio Garossi, Adri­ano Casel­la, Lorel­la Cipri­ani, Mon­i­ca Arrighi. Con­tin­ua il cor­so di gior­nal­is­mo che quest’anno si ter­rà all’istituto Pao­la di Rosa, nel mese di aprile per cinque incon­tri con gli stu­den­ti del tri­en­nio supe­ri­ore. A giug­no, a caden­za set­ti­manale, nel­la sala dei Con­veg­ni «Piera Carpani Glisen­ti» si ter­rà invece un ciclo di con­ver­sazioni segui­te ognuna da un con­cer­to. Tito­lo del prog­et­to: «Den­tro e fuori il museo — La musi­ca, la scul­tura, le arti appli­cate», aspet­ti del­la liu­te­ria artis­ti­ca bres­ciana nel Rinasci­men­to. L’ingresso alle ser­ate sarà libero. Sem­pre per giug­no è pre­vista l’uscita dell’ottavo numero dei Quaderni del­la Fon­dazione, ovvero del bol­let­ti­no dell’associazione che ha come diret­tore respon­s­abile Mario Pas­si. In occa­sione dell’annuale adunan­za del 14 giug­no, sarà pro­pos­to il ter­zo pre­mio inti­to­la­to alla scom­parsa Can­di­da Fer­rari­ni e riv­olto a stu­den­ti delle clas­si quinte ele­men­tari e tutte le sezioni del­la scuo­la «Don Milani» di Lona­to. Con­tin­ua alacre­mente il lavoro del Cen­tro di doc­u­men­tazione lonatese, diret­to da Gian­car­lo Pio­nna che ha avvi­a­to la cat­a­logazione infor­mat­i­ca dell’archivio fotografi­co e un inter­es­sante ricer­ca su un mano­scrit­to riguardante un per­son­ag­gio lonatese ami­co di Alessan­dro Man­zoni. Un ulti­mo prog­et­to ambizioso sarà l’adesione, per il 2004 alla set­ti­mana nazionale del­la cul­tura, indet­ta dal min­is­tero in tut­ta Italia.