Uno degli argomenti che hanno vivacizzato la seduta consiliare è stato quello della sicurezza.

Fondo di quaranta milioni per la vigilanza notturna

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
e.b.

Uno degli argo­men­ti che han­no viva­ciz­za­to la sedu­ta con­sil­iare è sta­to quel­lo del­la sicurez­za. Due inter­pel­lanze del­la Lega Nord, in par­ti­co­lare, han­no pos­to l’at­ten­zione sui lavori del­la com­mis­sione sicurez­za e sul­la per­ma­nen­za di noma­di nel ter­ri­to­rio comu­nale. Il con­sigliere Zaglio, pres­i­dente del grup­po di lavoro sui quartieri a ris­chio, ha let­to una relazione sul­l’­op­er­a­to del­la com­mis­sione, con le deci­sioni prese. Fra queste, la prin­ci­pale è la pos­si­bil­ità di uti­liz­zare il fon­do di 40 mil­ioni a dis­po­sizione, per creare un servizio di vig­i­lan­za not­tur­na sul ter­ri­to­rio, coor­di­na­to dal­la Polizia munic­i­pale. Si era inoltre sta­bil­i­to di posizionare delle tele­camere nei pun­ti a ris­chio e di effet­tuare dei con­trol­li a tap­peto ai Cinque Con­ti­nen­ti. «La Lega ha pro­mosso le vere esi­gen­ze dei cas­tiglione­si — ha let­to in aula Zaglio — noi siamo atten­ti ai prob­le­mi sociali e sti­amo rac­coglien­do le pre­oc­cu­pazioni dei quartieri. Il nos­tro ter­ri­to­rio ha bisog­no di più con­trol­lo». Fra l’al­tro è sta­ta fir­ma­ta da cinque con­siglieri una richi­es­ta per inserire il tema del­la sicurez­za e il pun­to sui lavori del­l’ap­posi­ta com­mis­sione nel­l’or­dine del giorno del­la prossi­ma sedu­ta. Il sosteg­no alla pro­pos­ta è sta­to trasver­sale: a Francesco Mut­ti e Gui­do Zaglio del­la Lega, infat­ti, si sono aggiun­ti tre espo­nen­ti del­la mag­gio­ran­za, Gian­fran­co Preti, Fabio Teti e Oscar Bor­sadoli di “Cas­tiglione al Cen­tro”. Altra inter­pel­lan­za del Car­roc­cio, quel­la di Mut­ti sui noma­di. «Chiedi­amo a e vig­ili che, in caso di sos­ta di zin­gari — ha spie­ga­to il con­sigliere — li dif­fidi­no ed operi­no lo sgombero appe­na scadute le ore di fer­ma­ta consentite».

Parole chiave: