Fridhelm Volk ripercorre l’itinerario dello scrittore tedesco ottocentesco

Fotografie di viaggio inseguendo Seume

14/09/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Malcesine

Apre i bat­ten­ti oggi, nei saloni dal castel­lo Scaligero, la mostra fotografi­ca allesti­ta da Frid­helm Volk e dal tito­lo «Passeg­gia­ta a Sir­a­cusa — Sulle orme di Johann Got­tfried Seume». L’artista di Stoc­car­da riper­corre il viag­gio di Got­tfried Seume mostran­do­ci, attra­ver­so un centi­naio di sug­ges­tive fotografie, i luoghi vis­i­tati dal­lo scrit­tore tedesco. Johann Got­tfried Seume intrap­rese il suo viag­gio in Italia nel 1801, all’età di 38 anni. Partì da Grimm, local­ità nei din­torni di Lip­sia, il 6 dicem­bre e pas­san­do per Pra­ga, Vien­na e Tri­este, vis­itò Venezia, Bologna, Firen­ze, , Roma e Napoli. Vis­i­ta­ta Paler­mo, com­pì anche il giro del­la Sicil­ia. Per­corse l’intera dis­tan­za a pie­di, copren­do nei nove mesi di mar­cia la bellez­za di 6.000 chilometri. Un modo per sco­prire una percezione più ampia del­la realtà e vivere l’atteggiamento del vian­dante. Ritor­na­to a Lip­sia nell’agosto del 1802, Johann Got­tfried Seume com­in­ciò a lavo­rare al suo reso­con­to di viag­gio: il diario di viag­gio venne pub­bli­ca­to nel 1803 e lo rese imme­di­ata­mente famoso. Anco­ra oggi la Spazier­gang nach Syrakus di Seume è, uni­ta­mente al Viag­gio in Italia di Goethe, il più dif­fu­so ed influ­ente rac­con­to di viag­gio in Italia appar­so in lin­gua tedesca, e van­ta una sto­ria edi­to­ri­ale di grande suc­ces­so. La mostra, orga­niz­za­ta dall’assessorato alla Cul­tura del Comune di Mal­ce­sine in col­lab­o­razione con la Casa di Goethe di Roma, rimar­rà aper­ta fino al 15 otto­bre al castel­lo scaligero di Malcesine.

Parole chiave: